The circle -recensione-dreamingcinema

Basato sul bestseller internazionale “Il Cerchio” di Dave Eggers, The Circle è un emozionante thriller psicologico, interpretato da Tom Hanks, Emma Watson, John Boyega e Karen Gillan.Mae è una ragazza semplice che vive ancora con i suoi genitori e che lavora in un servizio clienti per l’acquedotto cittadino, la sua vita cambia quando la migliore amica, Annie le fa avere un’intervista per il lavoro dei suoi sogni: entrare a far parte di The Circle, innovativo e iperconnesso social network. All’inizio la ragazza fatica un po’ a entrare nei meccanismi del social network, essere sempre online a tutti costi, condividere ogni aspetto della propria vita. Dopo un periodo di assestamento diventa la pupilla dei due fondatori del social network: Eamon Bailey, Tom Hanks anche produttore del film, e Tom Stenton. Mae scala ben presto le posizioni e diventa IL volto di The Circle.

Il social network però nasconde delle insidie, l’iperconnettività e il dover condividere per forza tutto presto causa difficoltà a Mae. La sua vita, la malattia del padre (l’ultimo ruolo di Bill Paxton, prima del decesso), la sua amicizia con Mercer sono sugli occhi di tutti. E neanche un decesso sembra farla allontanare dalla gabbia-The Circle. La scalata per il successo però le farà perdere a poco a poco contatto con la realtà e con i veri affetti.

Un thriller ambientato nel mondo dei social network e in una società distopica, ispirato all’omonimo romanzo di Dave Eggers, The Circle convince il pubblico e tiene viva la tensione. Emma Watson passa dal ruolo di Belle a quello di Mae e condivide la scena con Tom Hanks, Patton Oswalt e due giovani volti in ascesa: l’attrice scozzese Karen Gillian e l’australiano Ellar Coltrane. The Circle è diretto da James Ponsoldt che ha anche adattato la sceneggiatura insieme a Eggers.Per ricreare il dispotico mondo di The Circle, il film è stato girato in California, non lontano dalla Silicon Valley, dove ha il suo quartier generale Facebook, a cui questa storia strizza l’occhio. Pur essendo convincente, l’epoca di The Circle sembra appartenere più a quella del libro (scritto nel 2013) che a quella odierna,  la spaventosa iperconnettività è diventata sempre più reale.

Il film racchiude in se il potere della tecnologia e dei social da Facebook, Apple, Twitter, Google, la trasparenza è la base del sistema, la privacy non è contemplata, tutto deve essere visibile agli occhi di tutti, un girone infernale che non perdona. Le nostre vite sono sotto gli occhi di tutti, siamo spiati giorno e notte a nostra insaputa, è questo il prezzo da pagare per fruire della teconologia?. Una pellicola avvicente per il ritmo, ma molto semplice nel racconto, una denuncia del sistema che però non tende ad allontanarci dai social, da Google e come dice il guru Tom Hanks ” sapere è buono ma sapere tutto è meglio“. Un enorme Grande Fratello che vede nella privacy un enorme fonte di egoismo, la condivisione è tutto, non c’è spazio per una vita propria. L’uso della grafica digitale che entra nel vivo di chat e sms cerca di dare un corpo a un racconto molto esiguo, a volte lento, forse nell’intento del regista c’è un tacito invito a essere meno social e a controllare di più le nostre vite e a isolarci di meno in un mondo virtuale.

Chiara Laganà

DATA USCITA : 27 aprile 2017
GENERE : Thriller
REGIA: James Ponsoldt.
ATTORI: Emma Watson, Tom Hanks, John Boyega, Karen Gillan, Ellar Coltrane, Patton Oswalt
DISTRIBUZIONE : Adler e Good films
PAESE : Usa e Emirati Arabi
DURATA:110 min.

locandina-the circle-tom hanks-emma watson-dreamingcinema



Voto della redazione
Voto degli utenti

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento