Il mio Godard-recensione-film-dreamingcinema

Una delle figure più importanti del cinema francese e mondiale raffigurata e “personalizzata” da Michel Hazanavicius. Il ritratto particolareggiato di Jean-Luc Godard, “narrato” attraverso gli occhi dell’allora giovanissima moglie Anne Wiazemsky. Il sessantotto, il maoismo, le proteste contro la guerra in Vietnam, ma soprattutto la contorta ma passionale storia d’amore tra Anne e Jean-Luc.
Michel Hazanavicius dopo The Search (film non apprezzato), fa un passo indietro sul piano stilistico rivisitando un determinato genere a suo piacimento. Come con The Artist, Hazanavicius mette in scena un film sferzante, a tratti ironico, capace di “esorcizzare” uno dei maggiori esponenti della Nouvelle Vague. Il mio Godard (titolo originale Redoutable) è un film che va interpretato con un arguto occhio critico; può infastidire, esacerbare ma può divertire, compiacere ….

Il mio Godard è una prova registica coraggiosa ma rischiosa, un film che può essere tollerato o disdegnato dal pubblico spettatore. Avvalendosi di un poderoso Louis Garrel, Michel Hazanavicius mostra un Godard tremendamente borghese; una rappresentazione tratta fondamentalmente da un’autobiografia che a suo modo affascina, ma che al contempo stesso fa riflettere. Quello mostrato è un Jean-Luc Godard profondamente amorale con chi gli sta intorno, terribilmente pretenzioso verso la sua giovane consorte obbligandola a seguirlo ovunque. Un ritratto “double-face”: da una parte un uomo intollerante accecato dal suo essere borghese, dall’altra un poderoso regista che perfeziona, reinventa. Hazanavicius palesa un ossequioso rispetto verso la figura registica di Jean-Luc Godard, disdegnando (o quasi) con salace ironia l’uomo. Il mio Godard è un film difficile da metabolizzare; il giudizio critico in qualche modo rimane sospeso fra incertezza e comprensione. Senza dubbio quello mostrato da Michel Hazanavicius è un lavoro marginalmente complesso nella sua interezza. Un chiaro interrogativo affiora nell’immaginario dello spettatore: “Chi era realmente Jean-Luc Godard?”

Alessio Giuffrida

DATA USCITA : 31 ottobre 2017
GENERE : biografico
REGIA: Michel Hazanavicius
ATTORI: Louis Garrel, Stacy Martin, Bérénice Bejo, Grégory Gadebois, Micha Lescot
DISTRIBUZIONE : Cinema
PAESE : Francia
DURATA: 102 min.

il mio Godard - poster-dreamingcinema

5 (100%) 2 votes

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento