Jackie

La storia decolla con l’uccisione di Kennedy, ma l’occhio del regista è rivolto solo al personaggio femminile Jackie, una gelida Natalie Portman. Il film si districa tra due registri, indagando sull’immagine pubblica e quella privata. In pubblico Jackie appare  fredda quasi glaciale, ma nel privato totalmente diversa, attraverso le conversazioni fatte con un’amica si percepisce un tono dolce, tranquillo, tutto questo che vediamo fa parte del conflitto di un simbolo, di un mito.

Quello che è accaduto è stato ampiamente documentato, il regista Larrain riesce ad infiltrarsi con la telecamera nel privato, filmando Jackie, una sconosciuta tra i conosciuti, registrando emozioni e misteri. Di questa icona si conosce l’aspetto pubblico, il resto è un mistero, una personalità complessa stratificata,il film  tenta di entrare nel suo mondo. La morte del marito la getta in una crisi profonda, deve affrontare un lutto, la perdita dell’uomo che ama e un dubbio sulla fede che vacilla. Una giovane donna di 34 anni, che con il suo vestito macchiato di sangue, è l’emblema della donna, della madre,della moglie tradita. Nel film il regista Pablo Larrain affronta molti aspetti della sua personalità, ne scaturisce un ritratto intimo.

Non è il classico biopic ma c’è l’illusione, il dolore, la bellezza è il desiderio. Jackie e il mito di Camelot entrano nella leggenda,  una donna  dotata di grande fascino, colta, con una personalità piena di sfaccettature.  Una pellicola di raro pregio, un mix di emozioni per entrare nella vita di un icona della storia americana.
Adele de Blasi

DATA USCITA : 23 febbraio 2017
GENERE :Drammatico
REGIA: Pablo Larrain
ATTORI: Natalie Portman, Peter Sarsgaard, Greta Gerwig, Billy Crudup, John Hurt
DISTRIBUZIONE :Lucky Red
PAESE  :USA, Cile
DURATA :113 min

 

jackie



Voto della redazione
Voto degli utenti

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento