La Parrucchiera

Rosa (Pina Turco), ragazza madre dei quartieri spagnoli di Napoli, è una parrucchiera che lavora da tempo nel negozio di Lello e Patrizia (Tony Tammaro e Cristina Donadio). Quando le attenzioni che Lello ha nei suoi confronti si spingono al limite della sopportazione, Rosa è costretta a scappare dal posto di lavoro; Patrizia, sentendosi tradita dalla ragazza e parteggiando per il marito, decide di licenziarla. Con l’aiuto di Micaela e Carla, sue grandi amiche; e di Salvatore (Massimiliano Gallo), il tatuatore di cui è sempre stata innamorata, la parrucchiera riuscirà a farsi coraggio aprendo il suo negozio: “Testa e Tempesta”. Tutto sembra andare per il meglio, ma l’invidia di Patrizia e di Kevin, suo fedele assistente, non si faranno attendere: un avvenimento imprevisto infrangerà le poche certezze di Rosa, rivelando, però, la vera  forza del film è da ricercare nei personaggi femminili e nella loro  solidarietà.

Stefano Incerti, dopo film drammatici tenta l’approccio ad un genere più nelle corde della trazione italiana: la commedia. Il regista vuole regalarci un’istantanea della sua Napoli, mostrandone varie caratteristiche: Napoli ha una nuova veste multietnica; e un sistema sociale matriarcale, dove a portare i pantaloni sono le donne, mentre gli uomini rimangono confinati a ruoli marginali. “La parrucchiera”, però, non vuole essere semplicemente commedia: il suo intento è quello di proporsi come una “commedia pop d’autore”. Sebbene lungo tutta la narrazione ci sia il rischio di cadere nell’eccesso che rasenta il kitch, il film riesce nell’intento, se non altro, con una regia valida ed interessante, capace di alzare il livello narrativo di una sceneggiatura molto semplice; e con una fotografia curata, che gioca sull’alternanza di inquadrature composte con luce calda e fredda, circoscritta quasi sempre da una scelta stilistica che porta all’utilizzo di piani stretti.

Il cast artistico miscela attori di provenienza teatrale con interpreti improvvisati, anche presi dalla strada, una colonna sonora folk rock molto napoletana, riesce rendere la pellicola ancora più “pop”, le belle musiche di Antonio Fresa e le canzoni dei Foja danno sprint al racconto. “La parrucchiera”, è un lungometraggio che va guardato da un solo punto di vista: come un buon prodotto d’intrattenimento pensato per la televisione,  piuttosto che per il grande schermo dove, l’idea espressiva, non avrebbe la stessa forza.

DATA USCITA : 6 aprile 2017
GENERE : Commedia
REGIA: Stefano Incerti
ATTORI: Massimiliano Gallo, Pina Turco, Cristina Donadio, Tony Tammaro, Lucianna De Falco
DISTRIBUZIONE : Good Film
PAESE : italia
DURATA:108 min.

locandina- la parrucchiera



Voto della redazione
Voto degli utenti

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento