La ragazza dei miei sogni di Saverio di Biagio-recensione-dreamingcinema

Tratto dall’omonimo libro, “La ragazza dei miei sogni” non è, come lascerebbe intendere il titolo, soltanto un film romantico. E’ invece qualcosa di più complesso ed elaborato. Oltre il tema dell’amore e, più in particolare, dell’impossibilità di amarsi fino in fondo, la narrazione è capace di uscire dai classici canoni della tradizione cinematografica italiana, abbracciando temi come l’occulto e il gotico. P.(Primo Reggiani) è un giornalista trentenne insoddisfatto e succube della vita, deve elaborare un lutto la morte dei genitori. Il freddo ambiente di lavoro; il coinquilino frivolo; e sopra ogni cosa Margherita, l’amica della quale è innamorato da sempre senza riuscirsi a dichiarare, non riescono ad aiutarlo ad uscire da una forte condizione di malessere.

E’ necessario un cambio di vita, una persona in grado di appagarlo; magari proprio quella ragazza che non manca di sognare ogni notte, è lei quella che potrà dare uno sbocco alla sua vita. I suoi desideri vengono esauditi quando incontra, quasi “magicamente”, Sofia (Miriam Giovanelli), incredibilmente somigliante alla ragazza dei suoi sogni.  P.ha finalmente trovato la felicità. Un incontro fortuito con Alessandro (Nicolas Vaporidis), un vecchio amico con la passione per l’occulto lo porterà ad esplorare nuovi territori addentrandosi nell’occulto e nella magia. Ma sarà proprio quest’ultimo a rigettare dubbi ed incertezze sulla nuova vita del ragazzo, mettendolo in guardia dalla bella Sofia, di cui ormai P. è follemente innamorato.

Il regista Saverio Di Biagio ci offre un film di genere, distaccandosi dalla classica tradizione della commedia all’Italiana. La pellicola, girata interamente in Puglia, presenta una narrazione intrigante; un urban fantasy all’interno di una Bari notturna avvolta dal mistero. “La ragazza dei miei sogni” non abbraccia la tipica linea del fantasy americano: non fa degli effetti speciali il suo punto di forza, ma valorizza l’intrigo e il fascino dello sviluppo narrativo. La sceneggiatura, curata da Francesco Dimitri (lo stesso scrittore del romanzo), a tratti didascalica, riesce ad incuriosire lo spettatore, con lo svantaggio però di deluderlo verso il finale un po’ troppo melenso, in disaccordo con la tensione emotiva cresciuta fino a quel momento. L’escamotage usato dal regista di far leva su temi come l’occulto e il paranormale è vincente, “La ragazza dei miei sogni”, è un film interessante e di piacevole visione; una scelta coraggiosa per un genere poco di moda in Italia e che ha reso possibile la distribuzione anche all’estero. Un mistery movie molto italiano, che nonostante piccole lacune riesce a catturare l’attenzione per la grande originalità dello script.

Matteo Battilani

 

DATA USCITA : 27 aprile 23017
GENERE : Fantasy
REGIA: Saverio Di Biagio
ATTORI: Primo Reggiani, Miriam Giovanelli, Nicolas Vaporidis, Chiara Gensini, Marco Rossetti.
DISTRIBUZIONE : Draka
PAESE : Italia
DURATA: 95 min.

Vota il film

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento