Libere di Rossella Schillaci-recensione-dreamingcinema

 Libere è un racconto che si fonda sulle voci delle stesse donne, grazie al recupero di testimonianze originali e immagini storiche a cui si sovrappongono  le voci originali di tredici attiviste piemontesi,  che constatano il mancato accesso e l’isolamento delle donne ai vertici di partiti e fuori da logiche sindacali. Attraverso il montaggio dei materiali d’archivio e gli estratti delle interviste di venti partigiane, realizzate negli ultimi quarant’anni dall’ANCR e da altri istituti di ricerca, emerge una nuova visione del periodo della Resistenza e del primo dopoguerra, a cui si fa risalire la prima vera nascita del femminismo. Le fonti sono nastri audio, fotografie, negativi, cinegiornali, pellicole, trascrizioni, pubblicistica, propaganda, microfilm.

La lotta delle protagonisteè l’unica fonte di emancipazione e di libertà: scoprono una sessualità “liberata”, chiedono parità nel lavoro e nella famiglia. Dopo la guerra molte partigiane continuano a fare politica ma le loro voci raccontano un ritorno forzato alla dimensione privata. Le promesse non sono state mantenute? Le protagoniste di Libere ricordano un pezzo dimenticato della storia italiana.  Il film da corpo a ogni  tipo di testimonianza restituendo alle partigiane la loro voce dopo l’oblio.

Adele de Blasi

 

DATA USCITA : 20 aprile 2017
GENERE : Documentario
REGIA: Rossella Schillaci
ATTORI: Ada Prospero Marchesini Gobetti, Bianca Guidetti Serra, Giulia Gadola Beltrami, Joyce Lussu, Anna Cherchi.
DISTRIBUZIONE : LAB 80
PAESE : Italia
DURATA: 76 min.

Libere-documentario-



Voto della redazione
Voto degli utenti

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento