Nove lune e mezza-recensione-film-dreamingcinema

 Nove lune e mezza-Due donne di oggi, due sorelle, due modi diametralmente opposti di stare al mondo: Livia e Tina entrambe sulla quarantina, tanto unite quanto diverse. Livia (Claudia Gerini) è una violoncellista bella e sfrontata, dall’anima rock. Modesta, detta Tina (Michela Andreozzi), è un timido vigile urbano che ha messo da parte la laurea per il posto fisso. Entrambe hanno un compagno: Livia convive con Fabio (Giorgio Pasotti) un osteopata dolce e carismatico, Tina con Gianni (Lillo) un collega ordinario e intollerante. Livia difende da sempre la sua posizione di donna che non desidera avere figli, mentre Tina tenta da anni di restare incinta, senza risultato: quando Tina, dopo tanti tentativi inizia a perdere la testa, Livia, consigliata dall’amico ginecologo, l’audace Nicola (Stefano Fresi), decide di portare avanti una gravidanza per lei. Nei successivi nove mesi, Livia dovrà nascondere la pancia crescente, mentre Tina fingerà di essere incinta, dando vita a una serie di situazioni tragicomiche che coinvolgeranno anche la famiglia di origine: una mamma campionessa di ragù, un padre idealista e sognatore, un fratello neocatecumenale con moglie devota e quattro figlie femmine. Tutto questo accadrà lungo un percorso pieno di situazioni paradossali e incontri folgoranti di ogni tipo con la più varia umanità che porterà Tina e Livia a scontrarsi, poi comprendersi e infine cambiare, per ritrovarsi sempre più unite.

Un viaggio nell’universo femminile che la regista-attrice Michela Andreozzi fa con brio per portare sullo schermo un opera prima piena di situazioni buffe, è l’umorismo la chiave per raccontare le donne e di come si proteggano tra di loro, le due sorelle Livia e Tina compiono un viaggio in una gravidanza condivisa, Livia la rockettara non vuole figli e Tina il vigile urbano non può averne, un atto grande d’amore per portare a termine una gestazione e dare alla sorella la gioia di una bambina. Una commedia romantica ma non melensa per parlare di utero in affitto, dei valori la famiglia e della  sorellanza, si mettono a nudo frustrazioni e sentimenti e si indaga su cosa significhi essere una donna oggi.

Un film con una buona dose di umorismo che spesso sfocia nella macchietta, si indaga poco nei personaggi e si punta molto sull’acting degli attori, la regista affronta la difficoltà del tema con grande semplicità e garbo dando un senso di libertà e spensieratezza alla complessità dei temi messi in gioco. Un discreto esordio alla regia per una commedia romantica fatta ad hoc per la famiglia.

Adele de Blasi

DATA USCITA : 12 ottobre 2017
GENERE : Commedia
REGIA: Michela Andreozzi
ATTORI: Claudia Gerini, Pasquale Petrolo, Giorgio Pasotti, Michela Andreozzi, Stefano Fresi
DISTRIBUZIONE : Vision Distribution
PAESE : Italia
DURATA: 90 min.

nove lune e mezza-poster-dreamingcinema

Vota il film

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento