Richard Missione Africa-recensione -dreamingcinema


Presentato al 67mo Festival di Berlino nella sezione ‘GENERATION KPLPUS‘, ‘Richard: Missione Africa‘ è una coproduzione europea (Lussemburgo/Germania/Belgio) che vede alla regia il tedesco Toby Genkel (‘Oops! Ho perso l’arca’) insieme all’iraniano Reza Memari, autore anche della sceneggiatura originale. Orfano alla nascita e cresciuto dalle cicogne, il passerotto Richard crede di essere uno di loro. Quando, però, arriva il momento di migrare, la sua famiglia gli rivela la verità ed è costretta a lasciarlo nella foresta, non potendo fargli affrontare il lungo viaggio verso l’Africa.
Determinato a dimostrare di essere una vera cicogna, Richard decide, però, di affrontare l’impresa e assieme ad Olga, un gufetto extralarge, al suo amico immaginario Oleg e a Kiki, un pappagallo amante della disco music, si metterà in viaggio verso il Sud.
Il classico “cartone di formazione” sul “Tutto è possibile se ci credi veramente”, che racconta il percorso di crescita di un passero cocciuto e ribelle pronto a tutto pur di raggiungere il suo obiettivo. Affrontando numerosi e immancabili ostacoli (pipistrelli mortali, piccioni “online”, corvi mafiosi, tassi minacciosi e un reboante turbo jet), durante un epico viaggio attraverso il Nord della Germania, la Francia e l’Italia, i tre impavidi e bizzarri protagonisti, grazie al coraggio e alla forza dell’amicizia, scopriranno l’importanza e la bellezza del diventare grandi, indipendentemente dalla stazza e dalla specie. Con un’animazione che ricorda molto il precedente lavoro di Genkel o il recente ‘Cicogne in missione’, “Richard: Missione Africa” è anche la storia, commovente e attualissima, di un figlio adottivo, non certo nuova nel cinema animato (‘Il brutto anatroccolo’, ‘La gabbianella e il gatto’). Un piccolo passerotto orfano, accolto in una famiglia di cicogne, cresciuto vedendosi più forte di quello che è per natura: la sua formazione, ma anche quella dei suoi divertenti compagni di viaggio, a loro modo degli emarginati, consisterà soprattutto nell’accettazione della propria diversità.
Ed è questo il messaggio più profondo e bello del film, perfetto per i più piccoli, per ritmo e trovate comiche, ma gustoso anche per i più grandi per il legame emotivo che la sceneggiatura riesce a creare col pubblico. Da sottolineare che ‘Richard: Missione Africa’ sostiene Twins International Onlus, attiva con i progetti Alice For Children, e che, scegliendo come motore dell’azione il fenomeno della migrazione, ha ottenuto il patrocinio della Lipu.
Alberto Leali

DATA USCITA : 10 maggio 2017
GENERE : Animazione
REGIA: Toby Genkel, Reza Memari
ATTORI: Tilman Döbler, Christian Gaul, Nicolette Krebitz, Marco Eßer, Marcus Off
DISTRIBUZIONE :
PAESE : M2 Pictures
DURATA: 82 min.

richard-missione- africa-poster-dreamingcinema

 



Voto della redazione
Voto degli utenti

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento