Scappa: Get Out

 

 

Jordan Peele, popolare attore comico americano, cimentandosi per la prima volta dietro la macchina da presa regala al pubblico il miglior horror-thriller movie dell’anno: Get Out. Prodotto da Jason Blum, che in quanto a lungimiranza non è secondo a nessuno, questo lavoro ha letteralmente sbaragliato i botteghini americani: 153 milioni di incasso a fronte dei 5 spesi. Entrata con prepotenza nella storia del Box Office americano, detronizzando The Blair Witch Project, l’opera di Peele ha consentito al filmmaker di battere anche un altro record, quello di diventare il primo regista/sceneggiatore afroamericano ad aver guadagnato al suo esordio la bellezza di 100 milioni di dollari.

Chris, giovane di colore, va a trascorrere un week end nella tenuta dei genitori della fidanzata Rose, una ragazza bianca proveniente da una ricca famiglia, di idee – apparentemente – molto aperte. In un primo momento Chris interpreta il comportamento eccessivamente accomodante dei futuri suoceri come un tentativo di gestire il proprio imbarazzo per il rapporto interrazziale della figlia, ma col passare del tempo una serie di inquietanti scoperte lo condurrà a quella verità che mai avrebbe  potuto immaginare…

Assistere alla proiezione di Get Out è come salire sulle montagne russe e ridiscenderne con una nuova coscienza sociale. Già, perché Peele mette in scena l’ipocrisia razziale che dimora nelle classi liberali statunitensi in maniera diretta e senza remore. Questa geniale traccia, ai limiti del politicamente scorretto, è inserita a perfezione in un’atmosfera di continua suspense, dove – pur non mancando i classici elementi del terrore abilmente depurati da scene splatter – lo spettatore rimarrà incollato alla sedia dal primo all’ultimo minuto di visione. Come se ciò non bastasse, a smorzare la sempre crescente tensione ci pensa quel magnifico tocco di comicità brillantemente introdotto da alcuni personaggi. L’inevitabile empatia con Chris, interpretato dal bravissimo Daniel Kaluuya, indurrà inoltre il pubblico a sperimentare sulla propria pelle il vero significato del termine ‘razzismo’.

Perturbante, spaventoso e girato estremamente bene, Get Out è un film imperdibile che, attraverso l’horror, porta a riflettere sulle apparenze: bambole di porcellana destinate ad infrangersi sotto il peso di una scomoda verità.

Silvia Fabbri

DATA USCITA : 18 maggio 2017
GENERE : Horror
REGIA: Jordan Peele.
ATTORI: Bradley Whitford, Allison Williams, Betty Gabriel, Caleb Landry Jones, Daniel Kaluuya
DISTRIBUZIONE : Universal
PAESE : USA
DURATA: 103 min.

4.8 (95%) 4 votes

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento