The bye bye man

Non dirlo. Non pensarlo. Non dirlo. Non pensarlo. Non dirlo. Non pensarlo. Le persone compiono gesti folli e terribili ogni giorno. Ma se questi non fossero poi così insensati? Se ci fosse, in realtà, una ragione nascosta capace di giustificare la pazzia e la furia omicida? Se dietro a tutte quelle azioni che riteniamo tanto malvagie ed assurde, ci fosse la mano di un uomo, o meglio, di un’entità oscura? E’ questo il nodo centrale, l’idea di base sulla quale cerca di fare leva “The bye bye man”, l’horror diretto dalla regista Stacy Title. Ispirato a fatti realmente accaduti, il film racconta, non con poche difficoltà, la storia di tre compagni di college e una loro inquietante scoperta. Elliot, la  sua ragazza Sasha e il loro migliore amico John, si trasferiscono in una vecchia villetta, al di fuori del campus universitario.

Tutto sembra andare per il meglio, ma i ragazzi ancora non sanno che proprio quella casa custodisce un segreto, un nome: “The bye bye man”. Elliot lo scopre accidentalmente, inciso nel cassetto del suo comodino, senza però dargli troppa importanza. Quando però, alla fine di una festa, durante una seduta spiritica nata per gioco, il ragazzo rivela il nome ad alta voce, le cose cambiano; ed il terrore comincia a perseguitare tutti i presenti. Da questo momento in avanti, sarà una lotta continua per mantenere la lucidità mentale, purché “the bye bye man” agisce distorcendo la realtà, fondendola con le paure personali; portando così, le sue vittime, alla paranoia. Cosa è reale? Cosa non lo è? C’è il modo di fermare tutto questo? Più lo pensi e più lui si insinua nella tua mente. L’unico modo sembrerebbe “Non dirlo. Non pensarlo.”, ma basterà?

Nulla di nuovo in questo film, all’interno del quale la narrazione tende a svilupparsi più verso un thriller scadente che una pellicola dell’orrore. La regia, che non apporta alcuna innovazione, si limita a giocare con i soliti cliché del genere, senza però riuscire a creare un atmosfera orrorifica e di suspense. Lo spettatore trascorre novantasei minuti di continuo stato d’attesa; una vana attesa, perché una volta giunto ai titoli di coda, la scena terrificante che tanto si augurava di vedere deve ancora arrivare. Altro tasto dolente sono gli effetti digitali, veramente sciatti; alla cui vista è inevitabile rimanere interdetti. “The bye bye man” è tutto, meno che un film dell’orrore manca persino il sangue. E’ una bella idea che, però, non essendo stata sviluppata come avrebbe dovuto, si è purtroppo spenta, cadendo nell’ovvietà  e nella noia.

Matteo Battilani

DATA USCITA :19 aprile 2017
GENERE : Horror
REGIA: Stacy Title
ATTORI: Anne McCarthy; Kellie Roy; Douglas Smith; Lucien Laviscount; Cressida Bonas; Michael Trucco, Doug Jones
DISTRIBUZIONE : Koch Media
PAESE : USA
DURATA: 96 min.

the-bye-bye-man--foto-e-locandina-

the bye bye man -horror

 

Vota il film

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento