Biennale Cinema di Venezia: Finalmente l’alba

Biennale Cinema di Venezia: Finalmente l’alba – è il viaggio lungo una notte della giovane Mimosa che, nella Cinecittá degli anni Cinquanta, diventa la protagonista di ore per lei memorabili. Una notte che da ragazza la trasformerà in donna. Il viaggio lungo una notte della giovane Mimosa che, nella Cinecittá degli anni Cinquanta, diventa la protagonista di ore per lei memorabili. Un film sul riscatto dei semplici, degli ingenui, di chi è ancora capace di  guardare il mondo con candore.

Saverio Costanzo racconta: volevo scrivere un film sull’omicidio della giovanissima Wilma Montesi, avvenuto nell’aprile del 1953 e che rappresentò per l’Italia il primo caso di assassinio mediatico. Mimosa (Rebecca Antonacci) è una ragazza semplice, una giovanissima comparsa di Cinecittà che nella Roma degli anni 50 accetta l’invito mondano di un gruppo di attori americani e con loro trascorre una notte infinta. Ne uscirà diversa, in questa notte folle diventerà una donna e all’alba, scoprirà se stessa.

 Finalmente l’alba – Un cast eccellente composto da Lilly James,  Joe Keery. Alba Rohrwacher e William Defoe. Atmosfere sfumate, un look di altri tempi  per entrare nel cuore dei personaggi. Roma, a Cinecitta si sta girando un film in costume, Mimosa ragazza romana umile viene scritturata per fare la comparsa. La protagonista è la famosa attrice Josephine Esperanto affiancata dall’affascinante Sam Lockwood e Rufus Priori gallerista americano.  Rufus Priori porterà il gruppo in una notte folle che finirà in maniera disastrosa. . Mimosa non è certo “Alice nel paese delle meraviglie”  la favola lascia il posto al mondo del cinema e ai suoi veleni. Un progetto ambizioso del regista che non decolla a pieno, un omaggio al cinema italiano, un coming of age,  il tutto supportato da ispirazioni felliniane e sorrentiniane. Un film ben girato in una Roma magica, unico neo lasciarsi sopraffare dalla serialità e lasciare poco spazio al cinema.

Adele de Blasi

 

Rate this post

Author: Adele De Blasi

Share This Post On

Submit a Comment