Mostra del Cinema di Venezia 76: La vèritè

La vérité – titolo internazionale The Truth – è l’ultimo lavoro cinematografico diretto dal regista giapponese, Kore-eda Hirokazu interpretato da Catherine Deneuve, Juliette Binoche ed Ethan Hawke; La vérité  è il film di apertura, in Concorso, della 76. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Fabienne è una star del cinema francese circondata da uomini che la adorano e la ammirano. Quando pubblica la sua autobiografia, la figlia Lumir  torna a Parigi da New York con marito e figlia. L’incontro tra madre e figlia si trasformerà velocemente in un confronto: le verità verranno a galla, i conti saranno sistemati, gli amori e i risentimenti confessati. Una storia che procederà gradualmente “avvolgendo”i personaggi in un vero e proprio “vortice” di sensazioni.

Arricchito da un cast prestigioso, il film racconta una piccola storia di famiglia che si sviluppa principalmente in una casa. All’interno di un limitato spazio, il regista cerca di far vivere ai personaggi le proprie realtà, caratterizzate da menzogne, orgogli e rimpianti, fino ad arrivare a delle sincopate riconciliazioni. Un minimalismo efficace capace di risaltare  un significativo incontro fra “l’universo personale” dell’autore e la verve artistica di due grandi attrici; una poetica riflessione sull’altalenante rapporto fra madre e figlia accompagnato dal sempre complesso – ed estenuante – mestiere dell’attrice. La vérité è un film che traccia un solco importante per Kore-eda; l’incipit con attori ed attrici occidentali, la scelta di dirigere fuori dalla tanto amata terra natia, raccontando la solita storia drammatica, caratterizzata – come ogni film del regista – da gioie e dolori. Il pubblico spettatore senza dubbio rimarrà soddisfatto dalla resa, nonostante la solita impostazione di un regista che sembra non voler provare – o addirittura osare – una nuova forma espressiva.

Alessio Giuffrida

 

 

 

 

Rate this post

Author: Adele De Blasi

Share This Post On

Submit a Comment