Mostra internazionale d’Arte cinematografica di Venezia: Spencer

Mostra internazionale d’Arte cinematografica di Venezia:Spencer, l’ultima regia del cileno Pablo Larrain che vede Kristen Stewart nei panni di Lady Diana. Su sceneggiatura di Steven Knight il film è incentrato sul weekend natalizio, nel Norfolk dei primi anni ’90, durante il quale Lady Diana decise di separarsi dal Principe Carlo. Nel cast anche Timothy Spall, Sally Hawkins e Sean Harris. Il film anticiperà il 25° anniversario della morte di Diana Spencer nel 2022. Pablo Larrain ha già diretto in passato il biopic d’autore “Jackie”presentato tra l’altro sempre al festival di Venezia sulla first lady il giorno dell’assassinio di John Kennedy. L’ultimo film di Larrain esegue un pregevole ritratto femminile di una delle donne più influenti della storia contemporanea.

Senza retorica, il film affronta un personaggio ancora oggi sotto certi aspetti controverso, irrisolto. La sceneggiatura curata – come detto precedentemente – da Steven Knight supporta adeguatamente la resa filmica. Come non esaltare l’interpretazione – con ogni probabilità film che gli farà guadagnare una nomination agli Oscar – di Kristen Stewart. La celebre attrice appare decisamente coinvolta nel suo personaggio da risultarne completamente identica alla mai dimenticata Lady D. Anche gli altri attoridi contorno  supportano a dovere la figura principale con le loro diversificate caratterizzazioni.

Spencer è un “affresco” su una donna di notevole rilevanza, che ancora oggi, viene lodata, apprezzata, rimpianta. I vari pettegolezzi o gossip, rappresentano elementi complementari – se non irrilevanti – nella vita di Lady Diana. Lo stesso tragico epilogo – ancora oggi irrisolto – non riesce minimamente a scalfirne la figura quasi divinatoria attribuita a questa donna. Pablo Larrain un po’ agiografico, un po’ no, mette in scena un prodotto filmico senza dubbio apprezzabile per un vasto pubblico di spettatori. Contemplabile per gli appassionati più pretenziosi, adorabile per il pubblico medio. Spencer senza dubbio sarà tra i film più rilevanti dei prossimi Oscar. Una donna troppo semplice per un contesto troppo vistoso e borghese. Spencer è da considerare il ricordo “personalizzato” di un regista che ancora una volta, loda la figura di una donna rilevante. l messaggio è chiaro, la storia pure.

Alessio Giuffrida

Author: Adele De Blasi

Share This Post On

Submit a Comment