AMAZON Prime Video : Opera senza autore – wwwdreamingcinema.it

Dresda, 1938. Kurt Barnert (Tom Shilling) ha pochi anni e una passione segreta per la zia Elizabeth, una fanciulla sensibile con cui frequenta i musei, fa lunghe passeggiate e suona il piano. Prodigiosa ma fragile nella Germania nazista non c’è più spazio per le persone come lei. Ricoverata in un ospedale psichiatrico fa appello al cuore del Professor Carl Seeband (Sebastian Koch) perché non la sterilizzi ma il suo destino sarà più crudele e preludio di uno sterminio abominevole. Sopravvissuto al bombardamento di Dresda e cresciuto nel blocco dell’Est, Kurt  ha un talento per il disegno e apprende gli studi classici imposti dal realismo socialista. Ma l’incontro con Ellie (Paula Beer), figlia del ginecologo nazista che ha condannato sua zia, e il passaggio all’Ovest, cambieranno il suo destino artistico e faranno riemergere il rimosso.

Il regista von Donnersmarck, dopo Le vite degli altri ritorna con Opera senza autore, il  racconto si snoda in tre ore che scorrono veloci i personaggi passano attraverso la prima e nel dopo della Seconda guerra mondiale, il nazismo impera nelle loro vite che saranno segnate in maniera dolorosa. Gli spettatori saranno completamente coinvolti nelle vicende di Kurt e Ellie, von Donnersmarck  non crea un palcoscenico innovativo ma questa opera dal sapore retrò popolare cattura creando uno stato di empatia con i personaggi,  le ferite della dittatura sono ancora tangibili, una full immertion nella storia e nelle vicende dei protagonisti. Opera senza autore è un film che racconta di Kurt e della sua dimensione artistica legata all’impellente ricerca della verità,con molta fatica e determinazione l’artista porterà a termine la sua ricerca di verità nel suo lavoro pittorico.

Forse qualche non detto avrebbe dato maggior consistenza al film lasciando intuire soltanto il sudore e la sofferenza dell’artista.

Adele de Blasi

Vota il film

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento