Gli Stati Uniti contro Billie Holiday – Film (2022)

Gli Stati Uniti contro Billie Holiday – Una gardenia tra i capelli e  una  voce profonda e inquieta. Questo portava sul palco Billie Holiday, nata Eleonor Fagan. Il film  diretto da Lee Daniels, ci racconta la sua vita proprio a partire da questo locale, l’unico che poteva accogliere artisti neri. Negli anni Quaranta la Holiday – interpretata da Andra Day-  colleziona successi in tutto il mondo mentre il governo federale decide di trasformala nel capro espiatorio di una battaglia contro la droga. Prendendo di mira la sua fragile e complicata vita, il  fine ultimo delle autorità è quello di impedirle di cantare “Strange fruit”, brano che denuncia i macabri  linciaggi della popolazione afro.

Lee Daniels confeziona un film biografico con al centro una persona dai forti chiaroscuri. Sul palco è sensuale sicura di sé mentre nella vita privata è tormentata e cade diverse volte. Le modalità del racconto si avvalgono di immagini di repertorio mescolate a quelle di finzione ma non seguono per forza un ordine cronologico. Al fianco di Andra Day troviamo Trevante Rhodes nei panni di Jimmy Fletcher, l’agente federale incaricato di indagare su di lei. Garret Hedlund che è Harry Anslinger e Rob Morgan che interpreta Louis McKay, ultimo marito della cantante. I brani come “Lover man”, “God bless the child” e “The man I love” ci accompagnano per tutta la durata del film. Non sono una semplice colonna sonora ma pezzi di vita.

“Gli Stati Uniti contro Billie Holiday” è un film che restituisce appieno la vita di una grande artista che per l’intera esistenza ha sempre dovuto fare i conti con violenza e oppressione. Il regista, pur basandosi sul libro scritto da Johann Hari “ Chasing the scream: The first and the last day of the war on drugs, non tende mai a romanzare nessun aspetto. Tutto è mostrato con la massima lucidità e molte inquadrature lasciano il segno. “Strange fruit” è considerata da Time il monumento musicale del secolo scorso e ad ogni esecuzione con era più intrattenimento ma protesta. Billie Holiday semplicemente è stata, e rimane, una delle più belle e influenti interpreti vocali del Novecento. Nel 1959 dopo la sua ultima incisione, subisce un attacco di epatite e viene ricoverata in ospedale a New York, dove muore il 17 luglio, all’età di 44 anni. Era la fine della sua travagliata esistenza e l’inizio del mito.

Maria Vittoria Guaraldi

Regia di Lee Daniels. Un film con Garrett Hedlu  Andra Day, nd, Natasha Lyonne, Tyler James Williams, Tone Bell. Cast completo Titolo originale: The United States vs. Billie Holiday. Genere Biografico, – USA, 2021, durata 130 minuti. Uscita cinema giovedì 5 maggio 2022 distribuito da Bim Distribuzione.

 

Rate this post

Author: Adele De Blasi

Share This Post On

Submit a Comment