Hellboy (2019) -dreamingcinema.it

Hellboy è tornato ed è più indemoniato che mai nel reboot della saga tratta dai fumetti cult di Mike Mignola. Il leggendario supereroe demoniaco, detective del BPRD (Bureau for Paranormal Research and Defense) che protegge la Terra dalle creature sovrannaturali che la minacciano, è chiamato in Inghilterra per combattere tre giganti infuriati. Qui scoprirà le sue origini e dovrà vedersela con Nimue, la Regina di Sangue, un’antica strega resuscitata dal passato e assetata di vendetta contro l’umanità. Hellboy dovrà cercare di fermare Nimue con ogni mezzo, in un epico scontro per scongiurare la fine del mondo.

Dopo quindici anni dal primo lungometraggio, tratto dal  celebre fumetto di Mike Migmola, torna sul grande schermo “Hellboy”; questa volte diretto da Neil Marshall. Il regista inglese è famoso per aver diretto la serie Netflix “Lost in the Spce; “Black Sails”; Westworld; e due episodi del “Trono di Spade”. Si riparte da zero: si cambia cast, si cambia stile, dando vita a un proprio reboot della serie. Un azione non proprio felice che non è passata di certo inosservata ai fan della serie. Lo stesso sentimento ha colpito Ron Perlman, colui che ha sempre interpretato lo scontroso personaggio in passato.Questa volta veste i panni di Hellboy David Harbour (il poliziotto di Stranger Things).

Nel nuovo film c’è una mancanza di stile, l’eleganza della precedente versione è svanita, c’è un eccesso di violenza gratuita che rasenta lo splatter; cosa che non è funzionale all’intrattenimento.Una regia e una recitazione impeccabile, ma il lungometraggio risulta fiacco per lo stravolgimento totale che abbassa il livello di quello che era “Hellboy”, un cult cenematografico quasi intoccabile.

Matteo Battilani

DATA USCITA : 11 aprile 2019
GENERE : Azione
REGIA: Neil Marshall
ATTORI:  David Harbour, Milla Jovovich, Ian McShane, Sasha Lane, Penelope Mitchell
DISTRIBUZIONE : M2 Pictures
PAESE : USA
DURATA: 120 min.

hellboy-poster-dreamingcinema

 

2.5 (50%) 2 votes

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento