Zlatan (film 2021)

Zlatan” è un film diretto da Jens Sjogren al cinema dall’11 novembre distribuito da Lucky Red e Universal pictures. La pellicola è tratta dal romanzo “Io, Ibra” scritto dallo stesso Ibrahimovic con David Lagercrantz e edito in Italia da Rizzoli. Zlatan Ibrahimovic è il primo calciatore ad aver giocato in sette squadre in Champions League. In questa pellicola lo vediamo agli esordi all’età di undici anni fino ai ventitré. Dagli undici ai tredici anni è interpretato da Dominic Bajraktari Andersson mentre dai diciassette da Granit Rushit. Zlatan nasce a Malmo, nella Svezia meridionale. I genitori sono jugoslavi. Inizia a giocare nel Malmo BI e già da adolescente dimostra un grande talento.

L’arco temporale del film inizia alla fine degli anni ottanta e termina agli inizi degli anni duemila quando ha iniziato a giocare nell’Ajax e poi nella Juventus. Il regista fa ricorso a molti flashback nel corso dei quali lo vediamo sfrecciare in campo ma anche crescere nella violenza. Il suo ingresso è spesso ripreso da dietro: con i capelli tenuti fermi da un cerchietto ricorda il suo connazionale e altrettanto campione leggendario Bjorn Borg. Gli  atteggiamenti spesso impulsivi gli hanno fatto passare momenti difficili ma grazie al duro allenamento e alla tenacia riesce ad emergere. La pellicola è molto intima e segue Ibra più fuori che sul campo. La sua futura carriera è riassunta alla fine con una serie di immagini di repertorio. Nel cast anche Emanuele Aita nel ruolo di Mino Raiola, procuratore sportivo.

Zlatan è un prodotto coinvolgente che cattura anche gli spettatori non appassionati di calcio forse per il fatto che mostra più la persona che il personaggio. Minuto dopo minuto vediamo quanta fatica ci sia dietro a una carriera soprattutto se vieni da una famiglia modesta. Vediamo come nasce un campione, una persona d’oro come dice il suo nome.

Maria Vittoria Guaraldi

 

 

Author: Adele De Blasi

Share This Post On

Submit a Comment