Peggio per me (2017) – dreamingcinema

Sarebbe bello poter parlare con i bambini che eravamo per sapere cosa ne pensano degli adulti che siamo diventati. Con questa citazione dello scrittore Juan Felipe Gabanhia si apre Peggio per me, opera prima di Riccardo Camilli distribuito al cinema dal prossimo 12 luglio da Distribuzione Indipendente. Il film racconta la storia di Francesco (interpretato dallo stesso regista), quarantenne separato, in crisi lavorativa e con una figlia adolescente con la quale ricostruire un vero rapporto. Dopo l’ennesima delusione d’amore e l’ultima umiliazione lavorativa lo sconforto sembra prendere il sopravvento nell’animo di Francesco, il quale però prima di compiere un gesto estremo verrà incredibilmente salvato da una voce proveniente dallo stereo della sua auto. A parlare è lui dodicenne, quando col suo amico Carlo (Claudio Camilli) invece di studiare si chiudeva in cameretta a produrre divertenti audioremix di filmati, spezzoni televisivi e film per adulti. Era il tempo della spensieratezza quello, dei sogni e della speranza rivelatasi vana col passare degli anni. Eppure proprio la surreale conversazione che Francesco instaurerà col bambino che era, gli darà la forza di ricominciare a credere nelle sue qualità, provando a riallacciare i rapporti con i suo cari e riprendersi la felicità che da tanto tempo ha perduto.

Commedia molto intima e sensibile, Peggio per me è un film che prova ad alternare continuamente vari registri e toni narrativi, passando da momenti di forte commozione a scene caratterizzate da una spensierata comicità e da un’ingenua leggerezza di spirito. Raccontando in modo cinico e accorato una generazione sconfitta, quella dei padri quarantenni in crisi d’autostima, Riccardo Camilli dimostra una vena autoriale e una spiccata umanità nell’affrontare temi complessi senza cadere nella trappola della banalità o della forma fine a se stessa.

Detto questo, la sceneggiatura è forse troppo ricca e a volte confusa nel suo sviluppo, mentre alcuni limiti tecnici e recitativi si fanno evidenti nella seconda parte di un film nel suo insieme senz’altro gradevole, ma non del tutto capace di esprimere con piena efficacia la sua originalità e le sue idee.

Andrea Tiradritti

DATA USCITA : 12 giugno 2018
GENERE : Commedia
REGIA: Riccardo Camilli
ATTORI:  Riccardo Camilli, Claudio Camilli, Tania Angelosanto
DISTRIBUZIONE : Distribuzione Indipendente
PAESE : Italia
DURATA:113 min.

locandina-peggio per me-dreamingcinema

4 (80%) 8 votes

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento