Agente Speciale 117 Al servizio della Repubblica – Missione Cairo (film 2021)

Agente Speciale 117 Al servizio della Repubblica Missione Cairo (Jean Dujardin). Siamo nel 1981 e la (peggior) miglior spia di Francia deve sventare un nuovo complotto internazionale. Il palcoscenico della crisi è il Continente Nero e il Presidente della Repubblica non può che affidare a lui una missione speciale. Per aiutarlo a portare a termine il compito gli viene affiancato un giovane e promettente collega, l’agente speciale 1001 (Pierre Niney). La spy-story anni Sessanta, è il sottogenere di 007, è al centro di Agente speciale 117 – Missione Cairo, realizzato il primo nel l 2006 conta due sequel. Il James Bond più iconico e tradizionale viene rivisto in chiave parodica ma con spirito squisitamente francese.

Quindici anni dopo il regista Michel Hazanavicius,  Oscar per la regia nel 2012 grazie a The Artist, omaggio al cinema muto. Il film ha consacrato il protagonista Jean Dujardin. Ritorno dopo una lunga pausa dell’Agente Speciale 117 Al servizio della Repubblica – Missione Cairo, realizzando un sequel puntando sulla parodia, in particolare il Bond di Connery in cui il nuovo Bonisseur de la Bath riproduce abbastanza fedelmente il look vintage. Una frecciatina diretta nei confronti del collega britannico: il nome in codice 117 è da pronunciare come “centodiciassette“, mai, “uno uno sette“. Un fil rouge che Dujardin costruisce sapientemente gigioneggiando dall’inizio alla fine, mettendo alla berlina la mentalità da cavernicolo di Bonisseur de La Bath ma senza giudicarlo. Il personaggio è pieno di charme, perché sotto la scorza datata e bigotta l’attore fa emergere la qualità umana. Anche oggi, con il terzo capitolo in arrivo, è ancora più divertente beffeggiare certi atteggiamenti con la satira.

Hazanavicius riprende il personaggio dell’agente 117, già esistente in letteratura e al cinema, e lo trasforma in farsa, plasmando il volto di Jean Dujardin in un simbolo di ottusità d’oltralpe, spia incapace e compiaciuta che in qualche modo riesce a carambolare attraverso ogni intrigo internazionale. Come e più che in The Artist, l’operazione dipende largamente dall’attore, con la sua innegabile presenza scenica e il talento per la recitazione fisica. La somiglianza di Dujardin con Sean Connery completa l’intrigante corto-circuito temporale e culturale.
La comicità cercata da Hazanavicius è attuale; ironico, pieno di humor un’opera che gioca a ricostruire il passato in modo meticoloso, dai costumi alle tecniche di ripresa e ai movimenti di macchina, un momento di divertimento e di spensieratezza.

Adele de Blasi

 

 

Data di uscita: 01 luglio 2021
Genere: Azione, Avventura, Commedia
Anno: 2006
Paese: Francia
Durata: 99 min
Distribuzione: I Wonder Pictures

 

 

Author: Adele De Blasi

Share This Post On

Submit a Comment