Amore, furti e altri guai

Dopo aver vinto il premio per la miglior pellicola all’Arab Film Festival di San Francisco nel 2015, il primo lungometraggio di narrazione di Muayad Alayan arriva in Italia. Il regista e direttore di fotografia palestinese ha sempre sognato di poter fare cinema sulla propria comunità, di riuscire a raccontare le storie di vita dei suoi connazionali. Con “Amore, furti e altri guai” l’autore ha finalmente realizzato la sua più grande ambizione: raccontare non solo per documentare ma anche per intrattenere.

Mousa, ladro di auto palestinese, si trova in difficoltà quando ruba la macchina sbagliata. Quella che pensava fosse un’auto israeliana ed un modo semplice per fare soldi, almeno per quel che concerne le possibilità offerte dall’immiserito campo profughi a cui appartiene, risulta essere un vero colpo di sfortuna. Nel bagagliaio del veicolo infatti scopre un “carico” decisamente ingombrante: un soldato israeliano rapito dai militanti palestinesi. Iniziano così una serie di avventure che, inaspettatamente, si riveleranno essere la spinta verso una crescita interiore, l’occasione per la riscoperta di alcuni valori che la guerra e le difficoltà economiche avevano sotterrato nel profondo dell’anima di Mousa. Nascosta tra pieghe ironiche, che scelgono sapientemente di non lasciare andare un retrogusto dal sapore amaro, emerge dunque la storia di un percorso di formazione che ha come sfondo l’incontro e lo scontro tra ciò che è giusto e tra i compromessi che, a volte, si è costretti ad accettare.

Scegliendo di utilizzare il bianco e nero, Alayan imprime al suo lavoro, con più di un pizzico di sarcasmo, una monocromia che ha lo scopo di appiattire quella che è una realtà formata da una pluralità di sfumature che, nell’insieme di un tableau, non potrebbero non stridere a causa del loro abbagliante contrasto. Ed è proprio qui, in questa maschera uniformante, che probabilmente risiede il vero punto di arrivo del cammino intrapreso da Mousa. Una meta alla quale non è facile giungere e che, come ogni luogo di arricchimento, si rivelerà essere molto diversa da quello che ci si era sempre aspettati.

Micol Koch

amore-furti-e-altri-guaiLOC
DATA USCITA : 25 febbraio 2016
GENERE: Commedia
REGIA: Muayad Alayan
ATTORI: Sami Metwasi, Maya Abu Alhayyat, Ramzi Maqdisi, Riyad Sliman, Kamel El Basha
DISTRIBUZIONE Cineclub Internazionale
PAESE Palestina
DURATA . 93 min
Rate this post

Author: Adele De Blasi

Share This Post On

Submit a Comment