Assassinio sull’Orient Express -campione d’incassi-recensione – film – dreamingcinema

Istanbul, 1935. Il detective Hercule Poirot, in procinto di rientrare a Londra, incontra il suo vecchio amico Bianchi, che lavora come dirigente della Compagnie Internationale des Wagons-Lits e gli trova un posto sul vagone-letto di prima classe dell’Orient Express nonostante tutte le cuccette risultino già prenotate, cosa ritenuta alquanto strana data la stagione. Durante la seconda notte di viaggio il treno attraversa una regione dei Balcani sotto un’abbondante nevicata e la mattina seguente uno dei viaggiatori, il ricco uomo d’affari americano Samuel Edward Ratchett, viene trovato morto nel suo scompartimento, ancora chiuso dall’interno, con dodici pugnalate. Il treno è bloccato dalla neve e Poirot, su richiesta di Bianchi, assume il compito di indagare sul caso, con la collaborazione del dott. Constantine, un medico che si trova a bordo di un’altra carrozza del treno. Assassinio sull’Orient Express, tutti i viaggiatori del treno sono sospettabili e tra loro si cela l’assassino.

Ritorna il celebre detective Hercule Poirot nato dalla penna di Agata Christie a interpretarlo sarà Kenneth Branagh che ne cura anche la regia rendendo il film molto teatrale. Poirot viaggia sul lussuoso Orient Express  con un gruppo di viaggiatori eccellenti, un cast magnifico lo accompagna nel viaggio: Michelle Pfeiffer, Johnny Depp, Daisy Ridley, Josh Gad, Judi Dench, Penélope Cruz e Michael Peña. Shakespeariano nella mise en place, claustrofobico, emozioni, nervi a fior di pelle, vagoni bloccati tra la neve e un omicidio, 13 indiziati e il grande detective deve risolvere un caso curioso dove c’è un crimine orribile commesso con 12 coltellate, tutto deve essere risolto prima che il treno riparta, sulla carta nessuno sembra colpevole. Elegante nell’ambientazione, personaggi  tratteggiati con molta cura, una fotografia naturale rende la pellicola molto accattivante.

Fedele al romanzo con poche licenze, Branagh punta sulla scenografia, le inquadrature, i dettagli e al centro mette Poirot (se stesso), poco sanguinolento, un sequel rassicurante. Mi sembra inutile confrontare il film di Branagh con il fastoso film di Sidney  Lumet del 1974, questa nuova versione del giallo di Agata Christie, per coloro che non conoscessero la precedente,  risulta assolutamente intrigante e godibile. Una pellicola da vedere per gli appassionati di gialli che saranno incuriositi nello scoprire chi è il misterioso assassino. Frase cult di Poirot da ricordare: “C’è il bene e il male e non c’è nulla di mezzo”

Adele de Blasi

DATA USCITA : 30 novembre 2017
GENERE : Drammatico
REGIA: Kenneth Branagh
ATTORI:  Kenneth Branagh, Penélope Cruz, Willem Dafoe, Judi Dench, Johnny Depp, Josh Gad
DISTRIBUZIONE : 20th Century Fox
PAESE : USA
DURATA: 114 min.

Assassinio_sull'Orient_Express_2017-locandina-dreamingcinema

Vota il film

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento