Baby Driver

Baby è un giovane pilota, traviato da un’infanzia difficile. Il suo talento alla guida lo “affida” ad un efferato genio del crimine, che lo obbliga alla prosecuzione di svariate attività illecite . Dopo una serie di rocambolesche rapine, nella vita del giovane, “comparirà” anche il lato tenero della vita, intraprendendo una piacevole storia amorosa con una giovane cameriera. Attraverso la figura di questa piacente ragazza, l’intraprendente pilota vedrà in lei la possibilità di una vita migliore, accantonando totalmente il crimine organizzato.

Il concetto è sempre lo stesso; ogni film di Edgar Wright non può mai essere considerato banale o tantomeno convenzionale. Come nei passati lavori, il regista britannico espone il suo concetto di cinema, attraverso diverse – e piacevoli – chiavi di lettura che oramai lo contraddistinguono. Baby Driver è essenzialmente un film che sprigiona un’adrenalinica eterogeneità, che muta di minuto in minuto, appagando le più sentite esigenze del pubblico spettatore. Dotato di ottima ritmicità, da un valevole cast di interpreti e da un climax sospeso fra il graffiante “crime” e l’edulcorata commedia, Baby Driver scorre piacevolmente, appassionando – non poco – chi lo sta a guardare.

Chiari – e soprattutto apprezzabili – i rifacimenti al cinema mai dimenticato di Walter Hill – su tutti il celebre Driver L’imprendibile – ma ciò che non passa inosservata, è la voglia di dimostrare da parte di Edgar Wright di saper cambiare genere mantenendo la sua verve registica. Baby Driver può esser visto come “il risultato finale” di un istrionico regista che da sempre dimostra caparbietà stilistica, contemplando ogni genere cinematografico; Baby Driver ad esempio, oltre a fondarsi sulla “spettacolarità” dell’azione e delle rocambolesche immagini, punta forte sul mordente “ricamo musicale” che accompagna ogni scena, composto da una sequela di brani celebri, tutti diversi tra di loro, confermando la voglia di variare da parte del giovane regista britannico. Come saper “rivisitare” un genere con un certo stile …. questo è concettualmente Baby Driver !!!

Alessio Giuffrida

5 (100%) 3 votes

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento