Benvenuti a casa mia (2017) – dreamingcinema.it

Jean-Etienne Fougerole, figura di spicco della scena letteraria e mediatica francese, è uno scrittore intellettuale, sposato con una ricca ereditiera. Durante un dibattito televisivo nel quale Fougerole promuove il suo nuovo romanzo, intitolato ‘”Benvenuti a Casa Mia”, lo scrittore invita i ricchi e i benestanti ad accogliere nelle loro case i più bisognosi. Il suo avversario politico, a questo punto, lo sfida a mettere in pratica quello che suggerisce ai suoi lettori. Fougerole accetta la sfida per non perdere la faccia. Da questo momento in poi le convinzioni della famiglia Fougerole saranno messe a dura prova…

Dopo “Non sposate le mie figlie”, stesso cast, produzione e regia tornano sul grande schermo per presentarci “Benvenuti a casa mia”. Difficile non parlare di politica dopo la visione del film di Philippe de Chauveron, il quale ci mostra un intellettuale sinistroide e progressista in un disperato tentativo di convivenza con una famiglia ROM. Tutte e due le parti vengono mostrate allo spettatore colme di stereotipi e di luoghi comune:  Fougerole, rappresentante della borghesia intellettuale di sinistra, è senza pregidizi (a parole), fin quando non si ritrova a stretto contatto con la suddetta famiglia ROM presentata anch’essa con clichè (sporca, violenta, ignorante) che alla lunga risultano fastidiosi. Nonostante il velato buonismo della pellicola, è impossibile non notare come gli ideali della famiglia Fougerole vengano sempre messi alla gogna, senza possibilità di riscatto. Ma forse un riscatto c’è, e lo si vede grazie alle nuove generazioni, che nell’incompatibilità tra le due “etnie”, riescono a trovare una via di comunicazione.

La regia semplice ma funzionale si muove agile riuscendo a rappresentare una storia che comunque non annoia. Anche il cast attoriale non presenta sbavature, svolge bene la sua parte sviluppando adeguatamente la narrazione. Tirando le somme, “Benvenuti a casa mia”, funziona tecnicamente come racconto filmico, ma il suo contenuto (il tema dell’integrazione) così come rappresentato è pericoloso; osa un po’ troppo, rischiando di risultare di cattivo gusto.

Matteo Battilani

DATA USCITA : 8 marzo 2018
GENERE : Commedia
REGIA: Philippe de Chauveron
ATTORI:  : Christian Clavier, Ary Abittan, Elsa Zylberstein, Cyril Lecomte, Nanou Garcia
DISTRIBUZIONE : Adler Entertainment
PAESE : Francia Belgio
DURATA: 92 min.

benvenuti a casa mia - poster - dreamingcinema

3 (60%) 1 vote

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento