Festa del cinema di Roma : 7 sconosciuti a El Royale

Sette estranei, ognuno con un passato da nascondere e un segreto da proteggere, si incontrano all’El Royale sul lago Tahoe, un misterioso ed isolato hotel al confine tra California e Nevada. La notte del loro incontro sarà un momento decisivo: tutti avranno un’ultima, fatidica possibilità di redenzione. 7 sconosciuti a El Royale è il secondo film del regista Drew Goddard, celebre sceneggiatore e regista del famoso horror-movie ultra-citazionista e meta-cinematografico Quella casa nel bosco; Goddard mette in scena un particolareggiato prodotto filmico, scegliendo un neo-noir; il regista – come fece col suo film precedente – stravolge sia come scrittura che come stile, un filone classico e da sempre apprezzato, adattandolo ai tempi moderni.

Nonostante la scelta di differenziarsi dal suo film precedente, in 7 sconosciuti a El Royale , sembrano rimanere le stesse  ossessioni di Goddard, enfatizzando come al suo solito,   tutti quei fattori strettamente legati  alla dubbiosa osservazione di alcuni personaggi da parte di altri. Il tutto infatti ruota sulla “coesistenza” dei protagonisti, impegnati a celare i loro più profondi segreti.

Vantando un cast di tutto rispetto, Goddard anche questa volta, ripone tutta la sua “simbologia comunicativa” in un “involucro” – nello specifico un motel – di “hitchcockiana” memoria, capace di suggestionare al meglio il pubblico spettatore. Goddard, col suo solito e accattivante “tratto allegorico” regala l’ennesimo innovativo prodotto filmico.

 Alessio Giuffrida

Vota il film

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento