Festival delCinema Spagnolo e Latino Americano : Else die que vidran – Film (2020) – dreamingcinema.it

Barcellona. Una giovane coppia affronta il progressivo passaggio dall’euforia iniziale all’incomunicabilità che presagisce la rottura. Un’odissea sull’ascesa e la caduta dell’amore che Marqués-Marcet aveva già esplorato attraverso la sofferenza di una relazione a distanza nel suo fortunato e per certi versi visionario film d’esordio 10.000KM.  Els dies que vindran alza il tiro documentando la vera gravidanza dell’attrice María Rodríguez con il suo compagno David Verdaguer, fino alla nascita della figlia Zoe. Realtà al servizio della finzione e viceversa. Vincitore assoluto al Festival di Malaga 2019.

Il regista Carlos Marqués-Marcet chiude la sua trilogia sul disamore nei rapporti di coppia con un film sull’esperienza vertiginosa della maternità e della paternità; Sebbene il film segua dettagliatamente i cambiamenti fisici del corpo dell’attrice nell’arco dei nove mesi, Els dies que vindrán non può essere catalogato come un documentario. Il film è una fiction sulla mancanza di comunicazione tra esseri umani col regista che “sfrutta” una storia romantica di una coppia di attori in attesa di un figlio. La peculiarità sta nel voler testimoniare questa gravidanza attraverso un prodotto filmico. I personaggi di Marqués-Marcet non cadono nella disperazione, anche se le situazioni estreme che affrontano possono far pensare il contrario.

Nonostante la pesantezza che si assesta giorno dopo giorno inficiando sulla relazione, il film genera nello spettatore una sensazione paradossalmente liberatoria, soprattutto nel momento delle testimonianze – registrazioni domestiche – in video della nascita dell’attrice.  Marqués-Marcet ha incluso nel suo lungometraggio come una sorta di riflessione sul ciclo della vita, confondendo, ancora una volta, i limiti tra finzione e realtà.

Alessio Giuffrida

https://www.dreamingcinema.it

5 (100%) 1 vote

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento