I figli del mare

Con Kenichi Konishi (Tokyo Godfathers, La Storia della Principessa Splendente) come direttore dell’animazione e character designer, I figli del mare racconta la storia di Ruka, liceale ribelle, che viene esclusa dall’attività del club per l’intera durata delle vacanze scolastiche; fortemente annoiata, la ragazza decide di visitare il padre all’acquario dove lavora. Qui farà uno strano incontro con Umi (mare) un ragazzo straniero che sembra cresciuto fra strani e straordinari segreti. Affascinata dal suo modo di nuotare, che lo fa sembrare un uccello in volo, Ruka si trova, suo malgrado, a far parte di un complesso ingranaggio più grande di lei. Nel contempo, tutto il mondo è sconvolto da un’anomalia mai vista prima: tutti i pesci stanno scomparendo. Joe Hisaishi, storico collaboratore dello Studio Ghibli, ha composto le musiche per il film.

Un mixer di disegni e colori che compongono un “realismo” dell’inusuale; Watanabe accompagna per tutta la durata del film lo spettatore al fine unico. Attraverso un corredo di disegni decisamente fascinosi, il film animato di Watanabe punta molto su una criptica filosofia, risultando a più riprese, un po’ compassato; ciò nonostante I figli del mare è un lavoro che cerca di sedurre i tanti appassionati dei film animati del celebre Miyazaki. Lo sfondo sotto certi versi è quello, ma la comparabilità con un solo film del celebre regista giapponese appare senza dubbio inaudita, nonostante il buon esito finale.

Alessio Giuffrida

locandina-dreamingcinema

DATA USCITA :  2 dicembre 2019
GENERE : Animazione
REGIA: Ayumu Watanabe.
ATTORI:   Mana Ashida, Hiiro Ishibashi, Yu Aoi, Min Tanaka.
DISTRIBUZIONE : Nexo Digital
PAESE : Giappone
DURATA: 11o min.

3.5 (70%) 2 votes

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento