Final Portrait : L’arte di essere amici – film (2017) – dreamingcinema.it

Final Portrait – Nel 1964, durante un breve viaggio a Parigi, lo scrittore americano e appassionato d’arte James Lord incontra il suo amico Alberto Giacometti, un pittore di fama internazionale, che gli chiede di posare per lui, le sedute gli assicura Giacometti, dureranno solo qualche giorno. Lusingato e incuriosito, Lord accetta. Non è solo l’inizio di un’amicizia insolita e toccante, ma anche – visto attraverso gli occhi di Lord – di un viaggio illuminante nella bellezza, la frustrazione, la profondità e, a volte, il vero e proprio caos del processo artistico.

Stanley Tucci  mette in risalto la genialità di Giacometti tra luci e ombre cogliendone l’essenza, nasce un l’affascinante ritratto di un genio e la storia di un’amicizia tra due uomini profondamente diversi è l’incontro tra l’esistenzialismo e il mondo dell’arte che si apre al nuovo. Un biopic atipico che non si limita a sviscerare i fatti ma si concentra su un episodio riuscendo attraverso il dettaglio a dare un universalità al racconto. Un artista di grande temperamento che padroneggia il pennello con maestria ma preda anche di grandi accessi di rabbia. Il film racconta le difficoltà del processo artistico – a tratti esaltante, a tratti esasperante e sconcertante – chiedendosi se il talento di un grande artista sia un dono o una maledizione. Un incontro singolare tra i due, due mondi lontani ; l’artista puro e l’intellettuale borghese, la nascita di una forte amicizia. Nella pellicola elegante emerge il temperamento di Giacometti, la sua costante ricerca di perfezione, la nevrosi che accompagna la nascita di un opera, un ritratto intimo del suo modo di essere per entrare nel processo creativo

La musica tende a sottolineare gli stati d’animo, la fisarmonica che sentiamo all’inizio, tipica francese, è una specie di scherzo voluto dal regista per allontanare lo spettatore dal mondo mortifero che si percepisce nello studio dell’artista. Un Ge0ffrey Rush magnifico, che riesce a trasmettere, rabbia, creatività e la fragilità del bambino egoista, una fotografia grandiosa, accattivante, girato con una camera a spalla in continuo movimento,due figure statiche e  lo spettatore entra come ospite nello studio di Giacometti. Delicato, sensibile, emozionante, Stanley Tucci ci regala un momento di grande cinema.

Adele de Blasi

 

DATA USCITA : 8 febbraio 2018
GENERE : Biografico
REGIA: Stanley Tucci
ATTORI:  Geoffrey Rush, Armie Hammer, Tony Shalhoub, Sylvie Testud, Clémence Poésy, James Faulkner
DISTRIBUZIONE : Bim Distribution
PAESE : USA
DURATA: 90 min,

final portrait - poster - dreamingcinema

5 (100%) 1 vote

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento