Florida

Che cosa temiamo di più: la morte? Invecchiare? O trascorrere la parte finale della nostra esistenza senza avere più ricordi?

Un corpo può essere curato, ma se ad ammalarsi è la mente, tutto si complica.

Claude (Jean Rochefort) è un simpatico e arzillo vecchietto che rifiuta l’idea di dover aver bisogno di una badante. E’ stato un brillante imprenditore, ha avuto due mogli e due belle figlie: Carol (Sandrine Kiberlain) e Juliette (Coline Beal).

Carol ha preso il suo posto alla guida dell’azienda dopo che Claude ha scelto di ritirarsi, mentre Juliette vive in Florida, negli Stati Uniti.

Per quanto Carol si sforzi di essere una figlia affettuosa e premurosa, per Claude è Juliette la figlia del cuore.

“Florida” è un film incentrato su come un uomo sia chiamato ad affrontare e vivere la propria vecchiaia e soprattutto su quanto sia importante avere una famiglia nella parte finale dell’esistenza.

Claude non se ne rende conto, ma lentamente la sua mente confonde e mescola passato e presente, non riuscendo più a essere autosufficiente.

E’ anche il delicato e toccante rapporto tra padre e figlia e di come spesso sia difficile trovare le parole giuste per comprendersi e soprattutto nell’ ammettere il reciproco amore.

Carol ama suo padre al punto di nascondergli una tragica verità sulla sorella che potrebbe devastarlo.

Sì, perché Claude è una persona in apparenza sorridente e vitale, ma in vero è un uomo consumato da un dolore che solo un padre può provare quando perde una figlia.

Raccontare i sentimenti è difficile, mostrarli in pubblico lo è anche di più.

Eppure Jean Rochefort, nonostante la veneranda età, ha la forza e intensità di un ragazzino.

La sua è una performance davvero intensa, magnetica e coinvolgente. Dimostra tutto il suo talento ed esperienza nel tenere il centro della scena per tutto l’arco del film con personalità ed eleganza creando un forte ponte emotivo con lo spettatore.

La sceneggiatura, ispirata da una “piece” teatrale, rivela una drammaturgia ben scritta e d’impatto forte,basata in larga parte sulla bravura e sensibilità di Rochefort.

Un impianto narrativo teatrale che sconta cosi un ritmo narrativo troppo statico e una sensazione di lentezza per lo spettatore soprattutto nella seconda parte.

Phillipe Le Guay, già apprezzato nei precedenti “Le donne del 6 piano” e “Moliere in bicicletta”, si conferma un regista attento e sensibile nel raccontare e scrutare le diverse sfumature dell’animo umano e soprattutto dell’amore, con uno stile semplice, diretto e leggero.

La Florida è per Claude: un succo d’arancia, un giardino ricco e rigoglioso e il luogo, dove abita l’amata figlia, e alla fine della proiezione sarà anche per lo spettatore il luogo, dove poter vivere in pace e soprattutto amato.

Roberto Sapienza

florideoooo

 DATA USCITA : 5 maggio 2016
GENERE: Commedia
REGIA: Philippe Le Guay
ATTORI: Jean Rochefort, Sandrine Kiberlain, Anamaria Marinca, Laurent Lucas, Tommy O’Brien
DISTRIBUZIONE Accademy two
PAESE Francia
DURATA . 110 min

 

Vota il film

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Trackbacks/Pingbacks

  1. 105) Floride | ilritornodimelvin - […] http://dreamingcinema.it/florida/ […]

Invia un Commento