Gemma Bovery

Un parigino (Fabrice Lucchini) dall’aria intellettuale appassionato di Flaubert si trasferisce in Normandia per cambiare vita e prendere la gestione della panetteria del padre, entrando così in un ritmo di impegni molto più lento e forse noioso. Improvvisamente la quiete della campagna viene scossa dall’arrivo di Emma Bovary, in realtà un’inglese di nome Gemma Bovery, irresistibile, sexy, accattivante, interpretata dall’attrice Gemma Arterton. La donna arriva con il marito che tradisce dopo poco perché profondamente infelice. Il panettiere intellettuale la osserva, la spia, ossessionato dall’idea di aver finalmente incontrato la sua eroina.

Molte le situazioni surreali dove la regista Anne Fontaine gioca con la sensualità e il desiderio represso, in cui si fa vincente l’idea di trasporre il personaggio di Flaubert ai giorni nostri. Tutto fila a meraviglia e Fabrice Lucchini è uno strepitoso Martin che affascina per la sua personalità sfaccettata. Con la stessa passione con cui coltiva la letteratura e Flaubert, si immerge nella confezione del pane che renderà speciale l’incontro tra lui e Gemma. La farina scivola tra le mani del protagonista, l’impasto prende corpo e dà vita a baghette e pani ai cereali. Ma in un gesto che può sembrare banale si racchiude il carisma di un letterato sognatore, e quando arriva madame Bovery se ne invaghisce, la spia, la usa come una pedina, non le parla molto ma la scruta e la segue attraverso il vetro della sua finestra. E’ un amore platonico che lo aiuta ad uscire dalla vita monotona e da un matrimonio stanco. I dialoghi semplici, quasi banali, che si svolgono nella boulangerie non tolgono niente a un film intriso di charme. La Normandia trasuda di bellezza verde, case piene di fascino, un mondo quasi antico, sonnolento, dove Gemma si muove con grande libertà incurante dell’ambiente circostante: è una dea moderna, anticonformista che pensa solo al suo piacere mentre il panettiere cercherà di evitarle la tragica fine di madame Bovary.

Pur mancando di un’ idea forte di base, la commedia è gradevole e armoniosa, la passione nascosta di Martin cattura e seduce. Lucchini ha una fisicità silenziosa che riempie lo schermo anche con una sola occhiata, un attore di grande spessore in grado di passare da un ruolo all’altro dando forza a ogni personaggio che interpreta. Un grande gioco di specchi dove il romanzo si mescola alla realtà; una commedia ironica, garbata, che non viene mai meno agli standard francesi
Adele de Blasi

 634246326431 loc
DATA USCITA: 29 gennaio 2015
GENERE drammatico
ANNO: 2014
REGIA:Anne Fontaine
ATTORI: Fabrice Luchini, Gemma Arterton, Jason Flemyng, Isabelle Candelier, Niels Schneider.
PRODUZIONE:Francia
DISTRIBUZIONE: Officine Ubu
PAESE: Francia
DURATA 99 min
3 (60%) 1 vote

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento