SKY: Euforia episodio speciale “Part 2: Jules”

 

Dopo il successo di Part 1: Rue, torna con un secondo episodio speciale “Euphoria”, l’acclamato ritratto senza filtri delle vite e delle paure della Generazione Z. Scritto e diretto dal creatore del cult HBO Sam Levinson, il secondo episodio speciale Part 2: Jules, dedicato alla popolarissima coprotagonista di “Euphoria” Jules (interpretata da Hunter Schafer) è disponibile adesso On Demand su Sky e su NOW TV.  Part 2: Jules, come il primo episodio, farà da ponte tra la prima e la secondo attesissima stagione della serie targata HBO. E se il primo speciale ci racconta di Rue e delle sue chiacchiere con Ali in una tavola calda alla vigilia di Natale, la seconda parte segue Jules durante le vacanze mentre ripensa all’anno appena trascorso, un anno stracolmo di momenti difficile, come l’abbandonare Rue alla stazione.

Parte così, anche in questo caso, una lunga conversazione tra Jules e la sua psicologa che percorre l’intero episodio: vediamo la ragazza raccontare di sé e di ciò che la spaventa del mondo, della vita, partendo dal rapporto con la madre fino a quello più recente con Rue. Ancora più interessante è come lo speciale ci faccia sprofondare nella mente della protagonista e come tutta la narrazione si concentri su un punto ben preciso: la conquista della femminilità da parte di Jules. Come lei stessa dice, questo sua continua ricerca l’ha portata a investire tempo e sentimenti in rapporti occasionali online con più ragazzi (fino al decisivo Tyler/Nate), che in un modo o nell’altro l’anno allontanata dal suo unico amore, l’amica Rue.

Ed è nell’arco di questo racconto che regia, fotografia e montaggio fanno un lavoro impressionante: per regalarci un’immersione completa nella mente di Jules l’episodio si alterna tra parlato e scene oniriche praticamente mute in cui la protagonista ripercorre tutti i passaggi fondamentali della vita: dalla poetica sequenza dell’oceano fino al crepuscolare incontro con Tyler e Rue nell’appartamento di New York. È un viaggio nella mente, che la fotografia scandisce con continui giochi di luci e ombre, contrasti tra i colori accessi degli abitini di Jules e l’oscuro ambiente che la circonda. La regia evidenzia con portentosi primi piani i volti segnati delle giovani ragazze, fino a raggiungere il dettaglio dell’occhio della protagonista che come uno specchio riflette le sue esperienze passate. È così che tra sogno e realtà si nasconde la vera natura di questo episodio, la natura di una adolescente in tutto e per tutto, Jules.

Margherita Pieroni

Author: Adele De Blasi

Share This Post On

Submit a Comment