I Cormorani

Nell’estate dei loro dodici anni Matteo e Samuele passano le giornate tra il fiume, il bosco e il centro commerciale, ma rispetto agli anni precedenti qualcosa sta cambiando.
Il gioco diventa noia, la fantasia cede il passo alla scoperta, l’avventura si trasforma in esperienza di vita: Samuele e Matteo sono due Cormorani, in continuo adattamento nel rapporto con il mondo che li circonda, con il loro corpo che sta cambiando e alla ricerca di un’autonomia e di uno spazio da far proprio, da colonizzare.
Un’estate senza inizio e senza fine, il racconto di un’amicizia, di un’età e di un territorio costretti a mutare con il tempo che scorre inesorabile.
Note del regista Fabio Bobbio al suo primo lungometraggio.
Ho un ricordo vivo di quell’estate calda in provincia, del fiume al tramonto, delle zanzare e della festa del paese, di quei pomeriggi nel bosco in cui non sapevamo cosa fare, perché giocare era da bambini, e noi non lo eravamo più. O forse non è un ricordo, forse sono immagini che ho visto in un film, o letto in un romanzo.
Ho incontrato Samuele e Matteo e ho chiesto loro di lasciarsi filmare nello spazio di un’estate, senza una vera e propria sceneggiatura, con una troupe agile, perché la realizzazione del film fosse una sorta di gioco di ruolo, un’avventura per tutti.
Prediligendo alla messa in scena una “messa in situazione” e creando dei confini fittizi entro i quali i personaggi avrebbero potuto muoversi liberamente, ho potuto sperimentare una narrazione aperta e mutevole, in modo che il racconto potesse nascere e stratificarsi in un confronto continuo con il reale.
 
 

Nella sua opera di esordio, Fabio Bobbio esplora territori di confine, geografici e metaforici. Si muove sul crinale dell’incertezza e dell’inquietudine che accompagnano il passaggio dall’infanzia all’adolescenza con sguardo libero e inventivo, vero come un documentario, poetico come un romanzo di formazione. I cormorani offre una prospettiva di racconto insolita e sincera, audace e immersiva, lirica e commovente. Una nuova via, concreta e suggestiva, per il cinema d’autore italiano contemporaneo.

Un film sull’adolescenza, un percorso di crescita dove l’autore porta alla luce la purezza di un età giovanile in un estate assolata. Nessun clichè per parlare di sentimenti ma solo una grande armonia che contradistingue quest’opera prima, delicata, dolce quasi un piccolo percorso di crescita.
Adele de Blasi
DATA USCITA : 1 dicembre 2016
GENERE: Commedia
REGIA:  Fabio Bobbio
ATTORI: Samuele Bogni, Matteo Turri, Valentina Padovan
DISTRIBUZIONE: Strani film
PAESE Italia
DURATA 88 min.
i_cormorani_pagemmmm
 
Rate this post

Author: Adele De Blasi

Share This Post On

Submit a Comment