La prima pietra – (2018) – dreamingcinema

Samir è un ottènne che il 23 dicembre, giorno della recita tanto voluta dal preside della sua scuola, decide di tirare un sasso, senza apparente motivo, contro una vetrata dell’istituto, ferendo gravemente i due bidelli, che si sono casualmente trovati sotto tiro della sua gittata. Una bella scocciatura per il preside, che vive in funzione dello spettacolo teatrale natalizio. La sua è una vera passione politically correct: la sceneggiatura è infatti farcita da una tradizione appartenente a ognuna delle maggiori religioni esistenti. Purtroppo è inevitabile, tocca chiamare i genitori di Samir, e farli incontrare con i bidelli.

Da questo incontro nasceranno e si svilupperanno situazioni esilaranti e fraintendimenti grotteschi. Ogni parte rappresenta un diverso credo religioso: tutti vogliono vincere questa millenaria battaglia. Una straordinaria sceneggiatura è in grado di far si che l’intero film, o quasi, si sviluppi all’interno di una stanza, senza rendere monotona la fotografia di regia e senza dare un senso di oppressione allo spettatore. Questo è indubbiamente possibile anche grazie alla maestria di attori del calibro di Serra Yilmaz, spietata suocera sempre in parte, Kasia Smutniak e Corrado Guzzanti.

Il rischio per Rolando Ravello era quello di finire nel solito buonismo natalizio ma così non è stato. Solo che, probabilmente per paura di essere banale, il regista ha ottenuto l’effetto opposto: un’esaltazione caricaturiale degli infiniti difetti della società italiana. Il che fa un po’ trista e un po’ anni ’90, a voi la scelta.

Micol Koch

DATA USCITA : 6 dicembre 2018
GENERE : Commedia
REGIA: Rolando Ravello
ATTORI:  Corrado Guzzanti, Lucia Mascino, Kasia Smutniak, Serra Yilmaz, Valerio Aprea.
DISTRIBUZIONE : Warner Bros
PAESE : Italia
DURATA: 77 min.

locandina-la prima pietra-dreamingcinema

3.5 (70%) 2 votes

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento