L’abbiamo fatta grossa

Arturo Merlino (Carlo Verdone) è un investigatore privato pasticcione, molto poco fortunato, che per sopravvivere si mette a inseguire i gatti del quartiere. Vive assieme a una zia vedova con il mito del defunto marito. Yuri Pelegatti (Antonio Albanese) è un attore di teatro, lasciato dalla moglie che soffre in scena di amnesie e scorda le battute. Sia Arturo che Yuri non hanno una lira, il loro incontro avviene quando Yuri, sopraffatto dal dolore, decide di assoldare Arturo come investigatore per seguire sua moglie e il suo nuovo compagno. Iniziano così una serie di situazioni rocambolesche, dal momento in cui i due per caso entrano in possesso di una valigetta piena di soldi. Il film parte dall’investigazione, con relativa intercettazione, virando poi verso il noir con uno stile pieno di brio e leggerezza che non toglie niente alla suspense. Verdone ritorna con una commedia noir di stile fantasioso, rendendo il racconto favolistico, con una piccola critica di costume finale.

Nasce una nuova coppia comica Verdone – Albanese molto affiatata. I due attori sono in totale sintonia, due personalità diverse che riescono a divertire il pubblico con un’ironia che li accomuna. Un investigatore sfigatissimo, ex carabiniere che insegue i gatti, e un attore smemorato; i due personaggi di basso profilo sono accumunati da pochi soldi, ex mogli e tante peripezie. La commedia scatta non dalle gag dei due attori bensì dalle situazioni inverosimili. La vera scoperta del film è la cantante giunonica lirica Anna Kasyan – Lena, una barista armena che sogna di entrare nel teatro dell’Opera di Roma, l’unica a credere nelle capacità di Arturo. Dialoghi molto curati, scritti da Massimo Gaudioso e Pasquale Plastino, immagini fascinose con scorci suggestivi di Roma e come dice Verdone: “Ho scelto luoghi poco battuti dal cinema” Monteverde vecchio, il bar Tevere, il quartiere Castrense che sanno dare sapore alla pellicola, a tratti retrò per costumi che ricordano i vecchi film di Woody Allen.

Divertente ma non troppo, la nuova commedia di Verdone passa dal poliziesco alla satira politica, mettendo in luce il malcostume del potere, anche se non riesce a decollare totalmente forse per l’eccesso di accadimenti. Una nuova fase creativa del regista romano che, abbandonati i rapporti uomo- donna e uscendo dalle gag macchiettistiche, si concentra sui toni sfumati del noir dando spazio alla gestualità e alla mimica facciale.

 

 

 

 

Adele de Blasi

ok verdone
DATA USCITA : 28 gennaio 2016
GENERE: Commedia
REGIA: Carlo Verdone
ATTORI: Carlo Verdone, Antonio Albanese, Anna Kasyan, Francesca Fiume, Clotilde Sabatino.
DISTRIBUZIONE Universal Pictures
PAESE: Italia
DURATA: 112 min
Vota il film

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento