Manuel (2017) – dreamingcinema.it

Manuel (Andrea Lattanzi) è un ragazzo cresciuto in un istituto per giovani senza famiglia. E’ alto, schivo, d’animo buono e profondamente romanista. Nel centro ormai conosce tutti e per tutti è un importante punto di riferimento, ma dopo cinque anni è arrivato per lui il momento di salutare e tornare alla vita di fuori. Sua madre infatti (Francesca Antonelli) ha la possibilità di uscire dal carcere e finire agli arresti domiciliari, sempre se Manuel sarà considerato idoneo dagli assistenti sociali per farle da garante. Il ragazzo si troverà quindi ad affrontare responsabilità più grandi della sua giovane età, in quella che diventerà presto una commovente e crudele lotta d’amore e speranza per avere la possibilità di riscrivere un futuro migliore accanto a sua madre.

Manuel, presentato a Venezia, apprezzato in diversi festival internazionali e in uscita nelle sale il prossimo 3 maggio, è il primo film di finzione per il documentarista e fotografo romano Dario Albertini. Se atmosfere, lingua e paesaggi ricordano il Non essere cattivo di Claudio Caligari, la regia di Albertini si differenzia dalle fonti per uno spiccato lavoro di sottrazione, nel quale il pathos è a lungo sfiorato e mai esibito e il cui racconto procede per accumulo di piccoli eventi privi dei comuni climax emotivi. Il potente gusto per il reale di questo regista si evidenzia nei numerosi piani sequenza, mai estetici o puramente formali, ma sempre volti a rendere vera la narrazione, vissuto il recitato, al fine di rendere lo spettatore testimone di quello che è insieme sia un disperato grido di denuncia che un delicato bisogno d’aiuto. Se è vero che tutti gli attori sono bravi e che Giulia Elettra Gorietti è molto convincente nella sua parte, bisogna dire che il film brilla soprattutto per la recitazione del giovane Andrea Lattanzi, il quale riesce a scavare nelle fragilità e nelle contraddizioni del suo Manuel con una forza tale da renderlo molto più di un semplice personaggio.

Manuel, nonostante purtroppo il finale manchi della dovuta incisività, è un’ottima opera prima che alterna l’affresco sociale a lampi di grande cinema e affronta il reale con la giusta dose di ironia e ribellione.

Andrea Tiradritti

DATA USCITA : 3 maggio 2918
GENERE : Drammatico
REGIA: Dario Albertini
ATTORI:   Andrea Lattanzi, Francesca Antonelli, Renato Scarpa, Giulia Elettra Gorietti, Raffaella Rea
DISTRIBUZIONE : Tucker Film 98 min.
PAESE : Italia
DURATA 98 min.

Manuel-poster-dreamingcinema

3.5 (70%) 2 votes

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento