Mommy

Il fenomeno Dolan che ha ipnotizzato il festival di Cannes arriva in Italia con Mommy, un film coraggioso e crudo da pelle d’oca. Girato in un formato poco convenzionale 1+1, l’immagine sembra lo schermo di un IPhone che tende a valorizzare il dettaglio puntando sul viso dei protagonisti. Poi, progressivamente, nello sviluppo della storia l’immagine si ingrandisce e si percepisce un grande senso di libertà in questa immagine che finalmente si dilata prendendo tutto lo schermo.

Una giovane vedova, madre di un ragazzo che ha dei problemi psichici vittima di un deficit di attenzione; una convivenza forzata dove madre e figlio finiranno con lo scontrarsi. Poi nella loro vita entrerà Kyle, una vicina di casa balbuziente che porterà qualcosa di nuovo, nascerà una speranza che contribuirà a un nuovo equilibrio familiare. Una storia tosta dove la tensione tra madre e figlio è tangibile come una corda tesa, un amore materno e la ricerca di trovarsi. Una storia poetica che tocca a fondo tutte le corde del cuore. Vincitore a Cannes con premio speciale della Giuria, il film lascia stupefatti per la giovane età del cineasta, soli 26 anni, franco-canadese, un talento naturale che scava a fondo nei sentimenti e nel rapporto madre-figlio portando alla luce la fragilità di certi rapporti.

Nei panni di Steve, Antoine Olivier Pilon, protagonista già per Dolan del videoclip College boy, e in quelli della madre, Anne Dorval, anche lei protagonista del film di Dolan  J’ai tué ta mère. Anche nel precedente film la tematica verteva sul taglio del cordone ombelicale, qui in più c’è la fragilità della malattia e una ricerca spasmodica dell’amore materno. Steve, fragile, solitario, a volte in preda a un’irrefrenabile rabbia, cerca un suo posto nel mondo, e Diane, la madre, una figlia dei fiori fuori di testa, cerca di superare il disastro della sua vita tra sigarette, drink e lavori mancati quando, inaspettatamente, in questo strano menage entrerà Kyle, portando ai due nuovi input.

Un melò struggente che lascia senza respiro per le emozioni, un grande cinema che incanta e allo stesso tempo addolora per la forza delle immagini. Una fotografia dai toni spenti che a tratti si accende come il desiderio dei protagonisti di accendersi alla vita. Personaggi veri, un’emozione che non ci abbandona mai per tutta la durata della pellicola forse un po’ lunga, ma geniale. Bravo Dolan, il tuo cinema è da 10 e lode. Imperdibile.

Adele de Blasi

mommy loc

DATA USCITA: 4 dicembre2014
GENERE: Drammatico
ANNO: 2014
REGIA: Xavier Dolan
ATTORI: Anne Dorval, Suzanne Clément, Antoine-Olivier Pilon
PRODUZIONE: Goods Film
DISTRIBUZIONE: Ratings Kids +13
PAESE Francia Canada
DURATA: 140 min

Vota il film

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento