Mostra del cinema di Venezia 76 : Waiting for the Barbarians

Waiting for the Barbarians  in concorso alla 76° Mostra del cinema di Venezia è  l’ultimo film del regista e sceneggiatore colombiano Ciro Guerra (celebre per aver diretto El abrazo de la serpiente, primo film colombiano nella storia ad essere candidato agli Oscar nella categoria di Miglior Film Straniero). Il Magistrato, amministratore di un remoto insediamento di frontiera al confine di un impero sconosciuto, è in attesa del tanto agognato pensionamento con l’arrivo del Colonnello Joll, il cui compito è di riferire sulle attività dei “barbari” e sulla situazione di sicurezza al confine. Joll inizia a condurre una serie di spietati interrogatori; il trattamento nei confronti dei “barbari” per mano del Colonnello e la tortura di una giovane donna appartenente al “clan”, porteranno il Magistrato ad avere una forte crisi di coscienza e ad un vero e proprio atto di ribellione.

Waiting for the Barbarians è un film basato sull’omonimo – nonché pluripremiato – romanzoAspettando i Barbari”, dell’autore Premio Nobel J.M. Coetzee; Ciro Guerra cerca di incentrare il più possibile la storia, sulla sincopata crisi di coscienza di un uomo, terribilmente saturo da certe situazioni e sovversivo verso un regime decisamente discutibile. Ad avvalorare ancor di più il valore del prodotto filmico è il cast composto da attori di spessore come Johnny Depp, Robert Pattinson e Mark Rylance. Waiting for the Barbarians è sotto certi versi, una sorprendente allegoria della guerra tra oppressore e oppresso;  la scelta di un uomo fra quello che è giusto e il  dovere verso l’Impero  nel bel mezzo di un atroce conflitto.

Anche in questo film, Ciro Guerra “delizia” il pubblico spettatore con una straordinaria conduzione stilistica; a differenza dei precedenti lavori, il regista colombiano decide di “passare” ad un prodotto più convenzionale mantenendo comunque la sua preziosa verve artistica

Alessio Giuffrida

Vota il film

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento