Naples’ 44

Nel 1943 l’ufficiale inglese Norman Lewis partecipò allo sbarco a Salerno e alla liberazione di Napoli da parte delle Forze Alleate, raccontando in seguito la sua esperienza in un dettagliato diario, Napoli ’44.
Francesco Patierno accosta alle parole di Lewis, lette nella versione inglese da Benedict Cumberbatch e in quella italiana da Adriano Giannini, centinaia di immagini di repertorio tratte dagli archivi dell’Istituto Luce ma anche, fra gli altri, Getty Images e British Pathé. Il regista immagina il ritorno a Napoli di Lewis che dopo molti anni ritorna nella città che lo ha folgorato, Napoli e attraverso flashback e un bianco e nero sbiadito ripercorre un passato che non ha mai dimenticato. Napoli risulta una vera e propria creatura palpitante, unica, sfuggente, aspra, intensa.

L’Italia meridionale soprafatta dalla guerra, distrutta dalle privazioni e l’arrivo delle Forze Alleate, da un lato viste come fonte di liberazione e dall’altro guardate con la consapevolezza di quello che si è perso. Le Forze Alleate arrivano a Napoli portano wisky, sigarette , cioccolato e beni di confort, la popolazione ormai affamata è pronta a tutto per una lattina di birra, le donne si vendono per un paio di calze. Lo sguardo di Lewis, crudo ma allo stesso tempo pietoso, vaga sulle macerie, sui volti dei bambini coperti di stracci,sulla gente che peregrina  per le strade senza scarpe, la popolazione ormai senza difese immunitarie, per le privazioni subite, combatte contro l’insidioso vaiolo e i pidocchi che in tanto sudiciume prolificano.

Il regista guarda con uno sguardo lucido la guerra e la devastazione umana che comporta, gli uomini per assicurarsi la sopravvivenza sono pronti al furto, al mercato nero. Non c’ è un’accusa ma una presa di coscienza,il dolore si mescola alla poesia e all’ ironia, con immagini di una disarmante bellezza,un umanità allo sbando che fa palpitare il cuore e intenerisce, 80 minuti di amore che Patierno dedica alla sua Napoli, tragico, ironico un documentario eduardiano. Una ricerca accurata del materiale storico, coadiuvata da una grande fotografia e montaggio, aiutata dalle musiche di Matteo Guerra fa di questa pellicola un piccolo gioiello per un pubblico colto. Assolutamente da vedere.

Adele de Blasi

 DATA USCITA : 15 dicembre 2016
GENERE: Documentario
REGIA: Francesco Patierno
ATTORI: Benedict Cumberbatch
DISTRIBUZIONE Cinecittà Luce
PAESE Italia
DURATA .85 min.

locandinammmmm

Vota il film

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento