Nelle tue mani (2018) – dreamingcinema.it

Mathieu è un giovane ragazzo di banlieue che vive di piccoli furtarelli perpetuati con i suoi amici. Solo che, a differenza della sua banda, lui possiede un dono. Spesso si reca in una stazione della metropolitana di Parigi in cui è installato un pianoforte a libero uso dei passanti e mentre lo suona esistono solo lui e lo strumento. Un giorno, casualmente, passa il direttore del conservatorio e resta ammaliato da questo misterioso ragazzo. Il direttore toglie il ragazzo dai guai, offrendogli di fare dei servizi socialmente utili nella scuola, in cambio di un’ora di lezione ogni giorno. All’inizio Mathieu si ribella: il pianoforte è una cosa che gli esce dal cuore che non ha nulla a che vedere con metronomi e disciplina. Alla fine la “contessa”, la migliore insegnate di tutto il conservatorio di Parigi, riesce a convincere il ragazzo, instaurando con lui un rapporto di fiducia. Ogni anno c’è una prestigiosissima gara per pianisti e Mathieu potrebbe essere scelto. La musica, nella sua più alta espressione, dimostrerà di essere genio e sregolatezza o rigore e disciplina?

A differenza dei molteplici altri film che possono dirsi appartenenti a questo filone, la recitazione dei personaggi è eccellente. Jules Benchetrit (Il condominio dei cuori infranti) dimostra una grande maturità artistica soprattutto quando esce dalle sue zone di confort. Kristin Scott Thomas diverte e affascina senza essere caricaturiale, rischio infertole dalla parte.

Bernard crea un’opera raffinata e intelligente. Mettere al centro della scena la musica classica, e non un personaggio rende “Nelle tue mani” un’ode e non un semplice film. Perfetta l’ambientazione. Solo Parigi, sempre e per sempre, riesce a contenere, senza oscurare, una poesia

Micol Koch

DATA USCITA : 27 dicembre 2018
GENERE :Commedia
REGIA: Ludovic Bernard
ATTORI:  Lambert Wilson, Kristin Scott Thomas, Jules Benchetrit, Karidja Touré, Elsa Lepoivre.
DISTRIBUZIONE
PAESE : Francia
DURATA: 105 min.

nelle tue mani-poster-dreamingcinema

3 (60%) 1 vote

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento