NETFLIX : Lost Girls – www.dreamingcinema.it

2010 In una cittadina dello stato di New York, Mari Gilbert (Amy Ryan) è una madre single che svolge due lavori per mantenere se stessa e le sue due figlie più piccole, Sherre (Thomasin McKenzie, la giovane protagonista del recente JoJo Rabbit) e Sarra (Oona Laurence). Quando Shannan (Sarah Wisser), la sua figlia più grande dal passato problematico che fa la prostituta, sparisce senza lasciare traccia, per Mari inizia un incubo che stravolgerà la sua vita e quella delle sue figlie. Durante le indagini, la polizia locale guidata da Richard Dormer (Gabriel Byrne), palesemente poco attenta al caso, scoprirà i corpi di altre ragazze uccise nell’area dove è sparita Shannan portando alla luce gli omicidi del criminale conosciuto come il Serial Killer di Long Island.

Basato su fatti realmente accaduti, già raccontati da Robert Kolker nel libro omonimo, Lost Girls segna il debutto alla regia di un film di finzione della regista Liz Garbus, candidata due volte all’Oscar per i documentari The Farm: Angola, USA e What Happened, Miss Simone?. Nonostante l’impostazione da thriller, la regista, più che sulle indagini della polizia, è interessata a focalizzare la sua attenzione sulla tragedia di una madre costretta a combattere contro un sistema che sembra poco interessato alla giustizia e al rispetto per il dolore di una famiglia distrutta. Mari, grazie anche all’intensa interpretazione della Ryan, diventa così il classico personaggio simbolo di una classe sociale spesso invisibile e bistrattata dalla società che si ribella in nome della giustizia e della voglia di verità, in grado di dare voce a una schiera di “invisibili”. Una storia drammatica che mette a nudo le ipocrisie dell’America contemporanea.

Michele Innocenti

 

Vota il film

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento