NETFLIX : The Crown 3 stagione

Continua la storia del regno di Elisabetta II, Regina d’Inghilterra (Olivia Colman): dopo le prime due stagioni, che coprivano gli anni dal 1947 al 1964, la terza stagione riparte proprio dal ’64 e dalla elezione a Primo Ministro del Laburista Harold Wilson (Jason Watkins), per arrivare a coprire fino al 1977 raccontando diversi eventi importanti relativi alla storia della Famiglia Reale Inglese e del mondo intero: dalle indagini per scoprire l’identità di una talpa del KGB infiltratasi a Buckingham Palace al tour americano della Principessa Margaret (Helena Bonham Carter), irriverente sorella della Regina, che culmina in una cena ai limiti dello scandaloso alla Casa Bianca con il Presidente Lyndon Johnson; dalla reazione della Corona al disastro di Aberfan, cittadina del Galles travolta dal crollo di una miniera di carbone, alla fuga dalla Grecia della Principessa Alice (Jane Lapotaire), madre di Filippo (Tobias Menzies), marito della Regina, a seguito dell’imposizione politica del Regime dei Colonnelli; dal tentativo di colpo di stato di Lord Mountbatten (Charles Dance) all’educazione del giovane Principe Carlo (Josh O’Connor) in Galles; dall’allunaggio di Neil Armstrong all’amore proibito di Carlo con Camilla Shand (Emerald Fennell); dallo sciopero dei minatori del 1974 al Giubileo d’Argento di Elisabetta II.

Arrivata a metà del suo percorso (l’autore, Peter Morgan, punta a coprire la vita di Elisabetta II in sei stagioni), The Crown cambia le carte in tavola, soprattutto per quanto riguarda il cast: nonostante la narrazione riprenda, storicamente, pochi mesi dopo quanto narrato nella stagione precedente, ritroviamo i personaggi che già conoscevamo interpretati da attori visibilmente più maturi. Se, da una parte, la cosa sembra avere senso, dall’altro un cambio di aspetto così drastico lascia, inizialmente, un po’ interdetti. Meno male che a compensare tale cambiamento c’è l’indubbio talento degli attori coinvolti, tutti in grado di non far rimpiangere i loro predecessori. Così come i loro interpreti, anche i personaggi ritratti sembrano cambiare sempre di più, partendo proprio dalla protagonista, quella Elisabetta che abbiamo visto, inizialmente, giovane e spaventata dal suo ruolo, ma che ormai ha raggiunto la mezza età e una maggiore coscienza del suo ruolo e delle rinunce che esso la costringe ad affrontare nel corso della sua vita.

La scrittura di Morgan continua a essere di grande raffinatezza, attenta a regalare allo spettatore un racconto storico in grado di emozionare anche, e soprattutto, grazie a delle caratterizzazioni credibili e ricercate. The Crown continua a essere una delle migliori tra le serie di maggior successo degli ultimi anni.

Michele Innocenti

Vota il film

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento