Noi (2019) – dreamingcinema.it

La rappresentazione nel cinema del tema psicanalitico del doppio è qualcosa che nel corso degli anni ha attraversato qualsiasi genere e stimolato moltissimi autori. La battaglia identitaria di protagonisti complessi, disperatamente alle prese con il male che li abita e con la parte peggiore della loro natura, spesso impersonificata nei modi più disparati, dai classici zombie alle copie disumane degli ultracorpi, è stata nello specifico una delle trame narrative più usate ed efficaci nell’horror esistenzialista.

Il talentuoso Jordan Peele con il suo Noi prosegue questa tradizione, raccontando la vacanza estiva di una normale famiglia americana come un agghiacciante viaggio nei ribollenti sotterranei dell’inconscio personale e collettivo di un’intera nazione. Quando infatti Adelaide, interpretata da Lupita Nyong’o, torna col marito e con i figli nella casa d’infanzia dove trent’anni prima provò un doloroso trauma, alcune coincidenze cominciano a verificarsi insostenibili una dopo l’altra, fin quando una notte nel giardino della villa non appaiono quattro inquietanti presenze, in tutto incredibilmente rassomiglianti ai quattro componenti della famiglia, a parte il fatto che sono armati e tutt’altro che cordiali.

Peele decostruisce il genere e consacra il suo stile, caratterizzato da una tagliente satira sociale e da un esilarante humor, ma anche dalla matura consapevolezza del mezzo tecnico come veicolo di messaggi e macchina di puro intrattenimento. È un’America assuefatta dall’agio e dalla tecnologia quella che il film ritrae, un paese in cui ormai anche i neri possono provare l’ebbrezza di essere ricchi, borghesi e inebetiti. Una nazione traumatizzata, dove la disuguaglianza è piaga pericolosa e incendiaria e in cui la famiglia è l’ultimo rispettabile baluardo di un’apparenza rassicurante e ingannatrice.

Il sottosuolo come metafora del mondo degli sfruttati e degli scarti della nostra coscienza, una massa di sommersi paradossalmente più responsabile delle copie in superficie, una messa in scena che atterrisce e diverte, giocando con le contraddizioni di un paese che non si riconosce e sbanda, Noi è tutto questo e lo è con lampante potenza cinematografica.

 Andrea Tiradritti

DATA USCITA :  4 aprile 2019
GENERE : Horror
REGIA: Jordan Peele
ATTORI:  Lupita Nyong’o, Winston Duke, Elisabeth Moss, Tim Heidecker, Yahya Abdul-Mateen II
DISTRIBUZIONE : Universal Pictures
PAESE : USA
DURATA: 116 min.

NOI-POSTER-DREAMINGCINEMA

Author: Adele De Blasi

Share This Post On

Submit a Comment