Robin Williams: la disperazione di una star

 

L’11 agosto muore Robin Williams nella sua casa suicidandosi e tutta Hollywood piange l’uomo e l’attore straordinario, poliedrico un’cona del cinema., aveva solo 63 anni. Ma che cosa spinge un uomo all’apice del successo a commettere un atto così doloroso? molteplici i motivi. Spesso le persone che hanno tutto dalla vita sono le più tristi e le più fragili., Hollywood ancora una volta ha ucciso uno dei suoi giganti che non è riuscito a sconfiggere i suoi demoni.

Forse uno di questi demoni e la risposta si cela nel suo ultimo film, giudicato assai mediocre. Il film The Angriest Man in Brrooklin, un regista quasi sconosciuto e una storia agghiacciante che non è altro che una premonizione. La vita dell’attore è stata caratterizzata da ruoli comici ma in questo ultimo film Robin incarna un personaggio collerico, cinico e depresso che dopo aver appreso una triste verità entrerà in una fase di riflessione a causa di un aneurisma al cervello e soli 90 minuti ancora per vivere. Il lasso di tempo breve gli dá una chance per riconciliarsi con la vita e con le persone che ha ferito, una famiglia che ormai ha perso di vista. Qual é allora l’alternativa? Il suicidio. Il protagonista al bivio nella sua vita troverà una soluzione quella che Robin Williams non ha trovato.
Dal suo ufficio stampa poche notizie: un ultimo periodo in un rehab, lottava da tempo contro una depressione e la mancanza di sostegno della critica negli USA che non aveva apprezzato la sua serie tv lo aveva messo k.o, The Crazy Ones era stata un insuccesso totale e eliminata dopo poco dai canali tv americani.
Gli amici di sempre lo piangono Reeve, Belushi, Kaufman, loro non si erano minimamente accorti della disperazione e della solitudine dell’attore, nella vita mostrava un sorriso che nascondeva l’inferno interiore. Dopo 37 anni di una carriera fulminante lascia Hollywood con ruoli e film indimenticabili (Good Morning Vietnam, Mrs.Doubfire, Will Hunting), il suo ultimo ruolo disperato è forse la rivelazione di che cosa si nascondesse dietro il suo genio comico dall’anima tormentata.
Addio Robin sei stata un grande che ci ha fatto ridere, sognare, vogliamo salutarti soltanto con un sorriso.

Adele de Blas

Rate this post

Author: Adele De Blasi

Share This Post On

Submit a Comment