Sicilian Ghost Story-recensione-dreamingcinema

Sicilian Ghost Story apre La Semaine de la Critique, non era mai successo prima d’ora che il film d’apertura fosse italiano questo conferma la qualità del nostro cinema e l’internazionalità delle storie. Nel 2013 Fabio Grassadonia e Antonio Piazza avevano esordito con Salvo, un opera prima intensa, il ritorno nello splendido scenario di Cannes è un grande atto di amore che i registi condividono con il pubblico. Il film tratto dal libro “ Un cavaliere bianco” di Marco Mancassola è la storia di Giuseppe di Matteo, figlio di un pentito di mafia che viene rapito e sciolto nell’acido e il suo amore per Luna una compagna di scuola, la tragedia si consuma nella totale indifferenza del paese.

Una favola noir che nasce da un azione criminale mafiosa alla fine degli anni 80 e coinvolge un ragazzino di soli 11 anni, una storia nera che riesce a coniugare perfettamente l’aspetto favolistico alla realtà, dall’altra parte si innesta la dimensione fantastica legata alla forza motrice che lega Luna a Giuseppe: l’amore che trova un modo personale e fantastico di sopravvivere a un paese indifferente e crudele che cerca di sopprimerli. Fonte di ispirazione dei registi è stato Il labirinto del fauno di Giullermo del Toro, una favola che affascina, dal retrogusto antico che capta a pieno il mondo fantastico per la bellezza delle immagini di Luca Bigazzi., che riesce a raccontare le notti di un tempo che non esiste, quasi un alba della dimensione del sogno. La musica ammaliante, affascinante ha il potere di trasportarci a pieno nella storia d’amore. Molti i simboli usati dai registi, il bosco luogo d’incanto o di maleficio della fiaba, gli animali presenze minacciose, un cane feroce e una civetta. Giuseppe, è il cavaliere della fiaba che cavalca spensierato non sapendo quale triste destino lo attenda e Luna una Biancaneve in un bosco pieno di insidie dove i veri lupi sono i mafiosi.

Magico, emozionante, una storia moderna, non il solito racconto di mafia, che si consuma tra paesaggi incantati, con una natura incontaminata a cui si contrappone la ferocia degli uomini, i disegni di Luna simboleggiano la purezza del loro amore,Giuseppe nel sogno è una visione celestiale che si contrappone alla crudeltà della vita. Una storia dolorosa, che i registi portano sullo schermo con delicatezza attraverso gli occhi innocenti di Giuseppe e Luna, un opera di grande bellezza che restituisce valore a un cinema che si è sempre più impoverito. Grande ovazione a Cannes per un film imperdibile.

Adele de Blasi

 

 

 

 

DATA USCITA : 18 maggio 2017
GENERE : Drammatico
REGIA:Fabio Grassadonia, Antonio Piazza.
ATTORI: Julia Jedlikowska, Gaetano Fernandez, Corinne Musallari, Andrea Falzone, Federico Finocchiaro.
DISTRIBUZIONE : Bim Distribuzione
PAESE : Italia
DURATA: 120 min.

Rate this post

Author: Adele De Blasi

Share This Post On

Submit a Comment