The dinner

Una cena familiare, due fratelli e le loro mogli, in un lussuoso ristorante, un terribile segreto e molti conflitti da appianare. Tratto dal libro “la cena”di Herman Kock,  The Dinner è una bomba ad orologeria che spazzerà via la vita dei protagonisti.  Stan (Richard Gere) membro del congresso, in corsa per la carica di governatore e sua moglie,  hanno invitato a cena Paul fratello minore di Stanl(Steven Coogan) con  rispettiva moglie, quello che doveva essere un piacevole incontro familiare si trasforma in una tragedia e tra un antipasto e il dolce  i quattro discutono di un omicidio commesso dai loro figli ai danni di una barbona, emerge un grande dilemma proteggere i ragazzi o denunciarli?

Un forte tessuto teatrale, dialoghi lunghi e serrati, intorno al tavolo i quattro protagonisti, tutto il dramma si consuma durante la cena,  Paul è afflitto da una sindrome maniaco- depressiva, il futuro governatore ha problemi con la sua nuova moglie molto giovane, nei flashback si vede  che è separato dalla prima moglie Cloe Sevigny. Il film va avanti e indietro tra i flashback della guerra civile per enfatizzare il patriottismo americano e le gag noiose del maitre de table che spiega doviziosamente tutti i piatti, tra una portata e l’altra la tensione sale, ci sono decisioni da prendere , è in gioco la vita di due ragazzi e il loro futuro. Un atto irresponsabile che potrebbe coinvolgere anche il futuro politico di Stan, ma che cosa può essere meglio nascondere o accetterare le conseguenze pubbliche di un gesto sconsiderato? Il film si dibatte nel dubbio e nella bipolarità del fratello minore, che ha abbandonato i farmaci e ha crisi di aggressività. La vita dei protagonisti è in gioco, si sta giocando una partita diabolica che potrebbe portare a conseguenze inaspettate, il regista fa un acerrima critica alle figure genitoriali che non riescono ad entrare in empatia con i figli perchè  troppo presi da se stessi.

 Una grande prova attoriale, un cast stellare da vigore a una pellicola densa di dialoghi ben scritti.Un tema complesso già sviscerato da Ivano De Matteo “I nostri ragazzi”, quello che mette a fuoco il film  è l’aspetto morale e il senso di responsabilità, ma che cosa è giusto per dei ragazzi? consegnarli alla giustizia o nascondere tutto e farli vivere nella colpa, tentando di riportare i legami familiari in equilibrio. Un film forte, a tratti lento ma capace di interrogarci intimamente sull’aspetto morale.

Adele de Blasi

DATA USCITA : 18 maggio 2017
GENERE : Drammatico
REGIA: Oren Moverman
ATTORI: Richard Gere, Laura Linney, Steve Coogan, Rebecca Hall, Adepero Oduye, Michael Chernus
DISTRIBUZIONE : Videa- CDE
PAESE : USA
DURATA: 120 min,

The-dinner- richard-geere- dreamingcinema.jpg-locandina

Rate this post

Author: Adele De Blasi

Share This Post On

Submit a Comment