The Old Oak – Film (2023)

The Old Oak è un posto speciale. Non è solo l’ultimo pub rimasto, è anche l’unico luogo pubblico in cui la gente può incontrarsi in quella che un tempo era una fiorente località mineraria e che oggi attraversa momenti molto duri, dopo 30 anni di ininterrotto declino. L’ambientazione è il 2016 c’è una grande disperazione una comunità mortalmente ferita dalla chiusura delle miniere di carbone negli anni ’80, che da allora ha subito un doloroso declino. Il proprietario del pub, TJ Ballantyne (Dave Turner) riesce a mantenerlo a stento, e la situazione si fa ancora più precaria quando The Old Oak diventa territorio conteso dopo l’arrivo dei rifugiati siriani trasferiti nel villaggio. Stabilendo un’improbabile amicizia, TJ si lega ad una giovane siriana, Yara (Ebla Mari). Riusciranno le due comunità a trovare un modo di comunicare?

 

L’arrivo di diverse famiglie di rifugiati siriani è un punto critico di tensioni xenofobe. Gran parte di questo viene sfogato nel fatiscente pub di TJ, l’Old Oak, dove una manciata di clienti abituali beve pinte di birra e vomita amarezza. TJ – deluso, con Yara e con all’operatrice umanitaria Laura (Claire Rodgerson), escogitano un piano per riunire le due comunità traumatizzate. Come per tutti i film di Loach si è  orientati al sociale ma c’è anche un appello alla compassione. Il proprietario di un pub del nord affronta l’ostilità della gente del posto nei confronti dei rifugiati siriani.

 

The Old Oak – forse ultimo – pezzo di cinema politicamente tagliente in cui Loach ha cercato anche i soggetti dolorosi e fuori moda, dove i rifugiati ospitati subiscono abusi e attacchi da parte della popolazione locale.  Loach ha dimostrato che i cineasti possono effettivamente intervenire nel mondo reale. Il regista non attacca la classe operaia bianca perché sono stati incoraggiati a odiare. Lui è il feroce portavoce dell’indignazione politica. Uno stile scarno, un  linguaggio cinematografico completamente privo di cinismo. Potente, travolgente, un messaggio finale di speranza, spero che questo non sia l’ultimo film di Loach, ma se lo è, ha concluso con una grande dichiarazione di fede e compassione per gli oppressi.Un  dramma commovente che parla di perdite, di paura e della difficoltà di ritrovare la speranza.

Adele de Blasi

Un film di Ken Loach. Con Dave Turner, Ebla Mari, Claire Rodgerson, Trevor Fox. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 113 min. – Francia 2023. – Lucky Red uscita giovedì 16 novembre 2023. MYMONETRO The Old Oak

 

Rate this post

Author: Adele De Blasi

Share This Post On

Submit a Comment