Tintoretto – Un ribelle a Venezia (2019) – dreamingcinema.it

Jacopo Robusti, meglio conosciuto come Tintoretto, è un celebre pittore italiano che è nato e vissuto nel XVI secolo nella città di Venezia, di cui fu anche fondatore di una delle più grandi scuole pittoriche della Repubblica Veneta. Tintoretto ha lasciato in eredità una grande quantità di opere pittoriche mastodontiche, che sono perfettamente conservate nei musei di tutto il mondo, ma soprattutto nei bellissimi edifici storici di Venezia: Palazzo Ducale, l’Archivio di Stato, Piazza San Marco e la Scuola di San Rocco.

Il docu-film Tintoretto. Un ribelle a Venezia fa parte della serie di film sull’arte (Grande Arte al Cinema) ideati e prodotti da Sky Arte e Nexo Digital principalmente per la televisione, in cui si esplorano le vite dei grandi artisti di un tempo immergendoci nelle atmosfere e nei luoghi in cui avevano vissuto. Tintoretto è un personaggio storico molto controverso e di molteplici letture, ma le sue opere parlano di irrequietezza e furia verso una vita passata alla costante ricerca della libertà e dell’indipendenza. Questo documentario di  Pepsy Romanoff dimostra come l’interesse verso la cultura dell’arte può trasformarsi in un’operazione non solo cinematografica/televisiva, infatti la stessa produzione ha finanziato il restauro di due bellissime opere raffiguranti la Vergine Maria in occasione dell’anniversario dei cinquecento anni dalla morte di Tintoretto.

Narrato dalla coinvolgente voce di Stefano Accorsi, ci muoviamo lentamente tra i canali della città di Venezia, al tempo conosciuta come la Serenissima, in cui diversi esperti d’arte analizzano la storia di un artista complicato e unico nel suo genere.
I nostri occhi saranno subito stregati dalla bravura del pittore “furioso” e dall’energia delle sue rappresentazioni.

EdoardoMariani

https://www./watch?v=dBmAMvpBtmo

DATA USCITA : 25 febbraio 2019
GENERE : Documentario, Arte
REGIA: Giuseppe Domingo Romano.
ATTORI:
DISTRIBUZIONE : Nexo Digital
PAESE :
DURATA:

2.2 (43.33%) 6 votes

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento