Tramonto (2019) – dreamingcinema.it

Nella Budapest del 1913 la giovane Irisz Leiter (Juli Jakab) si propone, senza successo, come modista nella storica cappelliera appartenuta ai suoi defunti genitori. Una volta cacciata dal nuovo proprietario Oszkàr Brill (Vlad Ivanov), scoprirà che il prestigioso negozio nasconde segreti inconfessabili, collegati con il suo passato e con i tumulti politici che scuotono l’Europa, a ridosso dell’incubo della guerra.

Dopo aver vinto l’Oscar con Il figlio di Saul, Laszlo Nemes torna a rivisitare la storia attraverso il suo cinema, ormai caratterizzato da uno stile evidente e consolidato. Anche in Tramonto, in uscita nelle sale solo dal 4 al 6 febbraio, la macchina da presa del regista ungherese segue ossessivamente un solo personaggio, la protagonista, attraverso la quale il film è dato agli spettatori come estensione dei suoi occhi e delle sue orecchie. Elaborati piani sequenza e restringimenti di campo sul volto di Irisz si alternano con eleganza, in un film che ha il chiaro intento di immergere lo spettatore nelle vicende narrate, in un’Europa al massimo dello splendore tecnologico ed eppure a un passo dal baratro della sua distruzione. Ancora una volta lo sguardo di Nemes esclude l’ambiente, restituendocelo quasi sempre come sfondo sfocato e mosaico da costruire, attraverso un tappeto sonoro che avvolge la visione e la confonde. Una fervida tensione percorre l’intero film, ma sempre rimandata è la sua esplosione, sempre strozzata in gola è la frase rivelatrice, così come sempre più intricato è il labirinto in cui la protagonista annoda i suoi passi, alla ricerca di una verità dolorosa e inquietante. La giovane Irisz si ergerà quindi come faro di un’Europa moralmente allo sbando, confermando la qualità che il cinema di Nemes ha sempre mostrato con più forza, ovvero quella di coniugare in modo potente e tecnicamente ineccepibile drammi intimi a drammi storici, in una visione individuale della storia che si fa racconto affascinante e passionale.

Per questo, nonostante le sue lungaggini e i suoi discutibili problemi di sceneggiatura, Tramonto è serio cinema d’autore e grande bellezza per gli occhi.

Andrea Tiradritti

DATA USCITA : 4 febbraio 2019
GENERE : Drammatico
REGIA: Laslo Nemes
ATTORI:  Juli Jakab, Vlad Ivanov, Evelin Dobos, Marcin Czarnik, Judit Bárdos, Benjamin Dino.
DISTRIBUZIONE : Movie Inspired
PAESE : Francia, Ungheria
DURATA: 142 min,

locandina-tramonto-dreamingcinema

4 (80%) 1 vote

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento