Le grand Esprits (2017) – Rendez vous – dreamingcinema.it

Les grands esprits è il primo lungometraggio del regista e sceneggiatore francese Olivier Ayache-Vidal, il quale sceglie la via della commedia impegnata per raccontare il frastagliato mondo dell’istruzione scolastica nelle periferie parigine. François Foucault (Denis Podalydès) è un rispettato professore di letteratura al liceo Henry IV della capitale. Figlio di un noto scrittore e insegnante dai metodi irreprensibili, François si ritroverà all’improvviso vittima di uno strano malinteso che lo porterà, per volere del ministero dell’istruzione, a lasciare il suo prestigioso istituto e a trasferirsi in una scuola fuori Parigi per insegnare a dei ragazzi completamente diversi da quelli a cui era abituato. François, dopo un impatto difficile, si troverà inevitabilmente costretto a rivedere i suoi metodi d’insegnamento per fare breccia nella curiosità di ragazzi come Seydou (Abdoulaye Diallo) e i suoi scalmanati compagni, per far scoprire loro la bellezza della letteratura e l’importanza capitale dell’istruzione come unica alternativa a un futuro disagiato.

Le atmosfere stranianti e surreali evocate dalla recitazione di Podalydès si mescolano con l’intento documentaristico del regista, in un film che ha i tratti della commedia e i desideri dell’inchiesta sociale e che di entrambi i generi lascia qualcosa per strada. Della commedia non ha infatti la brillantezza di una scrittura che costruisca con precisione e intelligenza lo svolgersi dei fatti, mentre dell’inchiesta si accontenta di possedere le ambientazioni e lo stile, grazie a una camera abbastanza mobile e sempre vicina alle azioni rappresentate, ma si dimentica quasi completamente di raccontare il contesto delle periferie, preferendo piuttosto la più facile e stereotipata storia del professore eroe un po’ represso e della classe di selvaggi da salvare attraverso la cultura. La trama quindi è già vista e raramente le immagini hanno la potenza necessaria per renderla sinceramente appassionante.

Les grands esprits si dimostra un film con ottimi spunti comici e sociali, ma che si attesta su un livello cinematografico convenzionale per mancanza di coraggio ed eccessiva volontà di accontentare lo spettatore. Insomma c’è la poesia di Victor Hugo ma manca del tutto l’odore della banlieue, e questo è un grande peccato.

Andrea Tiradritti

DATA USCITA :
GENERE : Commedia
REGIA: Olivier Ayache-Vidal
ATTORI:  Denis Podalydès, Abdoulaye Diallo, Tabono Tandia, Pauline Huruguen, Alexis Moncorge.
DISTRIBUZIONE : P.F.A. Films.
PAESE : Francia
DURATA: 106 min.

le grand esprit-poster-dreamingcinema

2 (40%) 1 vote

Autore: Adele De Blasi

Condividi questo post su

Invia un Commento